La gestione dei vitelli durante i primi giorni di vita

I consigli di Sprayfo sul passaggio al latte per vitelli: una partenza intelligente e facile

Info aziende
Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

sprayfo-nutreco-settembre2014-2-750.jpg

Sprayfo: subito dopo il colostro è importante iniziare con un dosaggio elevato di latte per vitelli

Dopo il colostro, l'attenzione deve essere rivolta alla crescita e alla costruzione delle difese immunitarie del vitello. Un'alimentazione mediocre nei primi giorni, ricorda Sprayfo, può avere immediatamente conseguenze per lo sviluppo del vitello in una bovina da latte ad alta produzione. Ecco perché subito dopo il colostro è importante iniziare con un dosaggio elevato di latte per vitelli.

Latte per vitelli dopo il primo colostro o dopo un paio di giorni
Dopo 1, 2 o 3 giorni di colostro la maggior parte degli allevatori passa al latte per vitelli. Il momento preciso dipende dalla gestione dell'allevatore. Alcuni effettuano il passaggio immediatamente dopo il colostro per contenere al massimo il rischio di trasmissione di microbi dalla vacca al vitello. Altri proseguono con il colostro dei giorni 2 e 3 che è ricco di sostanze nutritive e contribuisce alla salute dell'intestino.
Entrambi i sistemi presentano dei vantaggi: il primo è più mirato al contenimento del rischio di patologie, il secondo alla costruzione delle difese immunitarie dei vitelli. Sono le condizioni di salute e altri aspetti specifici dell'azienda a determinare quale dei due è più opportuno per una particolare azienda.

Mix di latte per vitelli e colostro o subito latte per vitelli al 100%
Anche le modalità del passaggio dal colostro al latte per vitelli differiscono. Alcuni allevatori cominciano immediatamente con il 100% di latte per vitelli, altri integrano uno o più pasti con latte per vitelli al colostro. Ad ogni modo, se il latte per vitelli è fatto con la giusta concentrazione, il passaggio immediato raramente rappresenta un problema.

Non aumentare subito la quantità di litri
L'importante è che la quantità non venga aumentata il giorno del passaggio. Per cui, se si somministrano 3 litri di colostro 2 volte al giorno, occorre cominciare con 3 litri di latte per vitelli 2 volte al giorno. La concentrazione di latte in polvere per vitelli nella prima settimana deve essere di 150 grammi per litro. Questo regime alimentare consente al vitello di continuare a crescere. Il tratto digerente resta pieno e si rafforza giorno per giorno.

Secchio per allattamento: la soluzione migliore per i primi giorni
Soprattutto nei primi giorni è consigliabile utilizzare un secchio per nutrire l'animale. La suzione e la produzione di saliva consentono al latte di arrivare comodamente nell'abomaso. In questo modo, il latte viene digerito uniformemente e completamente e la crescita e lo sviluppo sono rapidissimi.


La concentrazione di latte in polvere per vitelli nella prima settimana deve essere di 150 grammi per litro
 
Mai trascurare l'igiene
Nei primi giorni il vitello è sensibile a qualsiasi cambiamento e alle condizioni igieniche. Assicuratevi, quindi, che il latte sia preparato fresco di volta in volta. I materiali utilizzati devono poi essere puliti. Pulizia, ordine e costanza nella preparazione e nella somministrazione dell'alimento sono essenziali.

La prima settimana è sufficiente solo il latte
Nutrendo il vitello nei primi giorni solo con il latte e senza pellet o cereali, si evitano numerosi problemi. Dopo i primi 5 giorni è possibile somministrare tranquillamente una manciata di mangime in pellet, accertandosi che sia privo di polvere e che abbia un buon sapore. Sostituire il mangime almeno una volta al giorno. I vitelli che ricevono latte a sufficienza, nella prima settimana hanno bisogno di poco o di nessun mangime concentrato. E in questa fase va benissimo. I cereali non sono necessari. Spesso vengono dati perché hanno un aspetto sano; sono dolci e appetitosi. Il rischio è che i vitelli ne mangino troppi. E, considerato che nella prima settimana non riescono a digerirli bene, il rischio di diarrea potrebbe aumentare.

Sfruttate appieno il potenziale di crescita del vitello
Una buona alimentazione naturalmente resta importante per tutto il periodo precedente lo svezzamento. Ma nella prima settimana di vita è decisamente prioritaria. Come allevatori avete una sola possibilità di iniziare correttamente la costruzione delle difese immunitarie e la crescita del vitello. La crescita è fondamentale per un rapido sviluppo dell'apparato digerente, degli organi e del tessuto mammario. Una crescita ottimale sin dai primi giorni di vita vi consentirà di evitare malattie e arresti di crescita nel periodo che precede lo svezzamento e in seguito di sfruttare appieno il potenziale genetico dell'animale.
 
 
 
 

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 207.669 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner