Uva da tavola a rischio di sopravvivenza

Tredicesimo congresso nazionale a Casamassima (Ba), 12 febbraio 2010. Viticoltori, tecnici e operatori si incontrano per fare il punto su tecnica e mercato

Questo articolo è stato pubblicato oltre 9 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, leggi le ultime novità di CBC (Europe) :: Divisione Biogard, Syngenta Italia, Timac Agro Italia.

13-congresso-uva-da-tavola-copertina.jpg

Casamassima, 13 Congresso nazionale uva da tavola

Si svolgerà il prossimo 12 febbraio a Casamassima il 13° Congresso nazionale uva da tavola - mona edizione internazionale. L'evento, a cura del Cra - Utv (Unità di ricerca per l’uva da tavola e la vitivinicoltura in ambiente mediterraneo  - Turi) in collaborazione con il Comune di Rutigliano e L'Informatore Agrario, sarà l’occasione per discutere dei risultati delle ricerche, delle tecniche colturali adottate, della commercializzazione dell’annata precedente e di quanto adottare per quella in corso.

"Sinceramente si stenta a capire le ragioni che quest’anno, pur in presenza di uva di ottima qualità, hanno impedito la vendita a prezzi dignitosi di gran parte dell’uva da tavola", scrive nella presentazione Mario Colapietra del Cra - Utv e presidente del congresso. "Soltanto le produzioni precocissime e di elevata qualità sono riuscite a conseguire ricavi adeguati".
L’uva da tavola è una coltura diversa dalle altre per i notevoli rischi legati alla particolarità e agli alti costi della coltivazione (tra 10.000 e i 20.000 euro per ettaro) che annualmente il viticoltore deve sostenere per concludere l’attività produttiva e ottenere uve con caratteristiche idonee al mercato. "Se non si recuperano almeno i costi di produzione - prosegue Colapietra - vi è il concreto rischio, come già avvenuto in molti casi dell’abbandono definitivo della coltura e del fallimento di molte aziende agricole. Per l’uva da tavola non occorrono aiuti casuali, ma accordi seri e duraturi tra le componenti della filiera: produttori, commercianti, esportatori, intermediari, piccola e grande distribuzione organizzata. Se si vuole che questa coltura continui ad esistere, occorre che si capisca che il produttore è un elemento importante e insostituibile, disposto ad assecondare tutte le richieste dei disciplinari di produzione a tutela della salute del consumatore, che ha però diritto ad ottenere un prezzo giusto per le sue uve".

Programma

Ore 15 Apertura dei lavori: Mario Colapietra
Intervento dell’assessore all’Agricoltura del Comune di Rutigliano, Pasquale Redavid

Premiazioni
Conduce Tito Manlio Altomare, giornalista Rai
Concorso Syngenta per ragazzi: 'Una foto per la valorizzazione dell’uva da tavola'

Inizio dei lavori congressuali
Ore 16,30 Presentazione del 13° Congresso nazionale uva da tavola e relazione dal titolo: 'Uva da tavola a rischio di sopravvivenza'
Relatore: Mario Colapietra, presidente del Congresso - CRA, Unità di ricerca per l’uva da tavola e la vitivinicoltura in ambiente mediterraneo - Turi (Bari)

Le società informano
Presiede: Antonio Boschetti, direttore responsabile de L’Informatore Agrario
'La divulgazione dei risultati delle ricerche'

AlzChem Trostberg (Germania)
'Calciocianamide: azoto a lento effetto e apporto di calcio idrosolubile'
Relatore: Giovanni Papa

Eiffel (Fontanellato - Parma) - Aniplast (Noicattaro - Bari)
'Le innovazioni delle protezioni con plastiche e reti per la produzione di uva di qualità'
Relatore: Nico Di Fino

Intrachem Bio Italia (Grassobio - Bergamo)
'La riduzione dei residui fitosanitari sull’uva da tavola: le proposte di Intrachem Bio Italia'
Relatore: Edith Ladurner

Syngenta Crop Protection (Milano)
'Pergado ed Emamectina: conferme e novità dalla ricerca Syngenta'
Relatore: Giandomenico Irmici

Relazioni
'L’elettricità per agevolare raccolta e confezionamento'
Relatore: Giuliano Colorio - Cra, Unità di ricerca per l’ingegneria - Monterotondo (Roma)
'Curando la clorosi ferrica migliora la produzione di uva'
In collaborazione con la Società Timac Agro Italia
'Il mercato estero chiede uva italiana senza semi'
Relatore: Mario Colapietra - CRA, Unità di ricerca per l’uva da tavola e la vitivinicoltura in ambiente mediterraneo - Turi (Bari)

Premiazioni
Ore 18 circa - Conduce Tito Manlio Altomare, giornalista Rai
Consegna delle targhe d’argento a Giacomo Suglia, vice presidente Fruit Imprese, Associazione imprenditori del settore ortofrutticolo di Roma e presidente dell’Associazione produttori esportatori
ortofrutticoli (Apeo) di Bari; a So.Me.d. (Società meridionale distributori automatici) di Bari.
Presentazione del libro 'L’offerta pugliese di uva da tavola' di Mario Colapietra.

Relazioni
'Consumi e prezzi dell’uva da tavola in crisi'
Relatrice: Tiziana Sarnari - Ismea, Istituto di servizi per il mercato agricolo
'Molte avversità nel 2009 per l’uva da tavola'
Relatori: Giuseppe Laccone - Fitopatologo e Antonio Guario - Area politiche per lo sviluppo rurale, Osservatorio fitosanitario - Bari
'Bilancio 2009 in rosso per l’uva da tavola'
Relatore: Giuseppe Lamacchia - Istituto commercio estero, ufficio regionale per Puglia e la Basilicata, sede di Bari
 

'Premio Internazionale Grappolo d’Argento Città di Rutigliano'

L'evento è realizzato con il contributo di Syngenta Crop Protection, AlzChem, Intrachem, Eiffel e Aniplast
Sede: Hotel Club Il Baricentro - Casamassima S.S. 100 - Bari-Taranto - km. 18
Per informazioni: Mario Colapietra - tel. 339/ 6383200 mario.colapietra@entecra.it