Psr Marche, il bando per i punti vendita extra aziendali per le zone terremotate

Le domane sono presentabili solo all'interno dei Pif per le filiere corte. Scadenza il 19 settembre 2019. All'interno i dettagli e il testo del bando scaricabile

verdure-mercato-ortofrutta-ortaggi-by-fcerez-fotolia-750.jpeg

Le Marche finanziano la realizzazione di punti vendita extra aziendali per gli agricoltori delle zone colpite dal sisma
Fonte foto: © fcerez - Fotolia

E' aperto nelle Marche il bando per la realizzazione di punti vendita extra aziendali rivolto alle aziende che hanno il 100% nei comuni del cosiddetto cratere sismico.

Il bando, aperto sulla azione 6.4.5 del Psr, è inserito all'interno del più ampio bando dedicato a Progetti integrati di filiera sulle filiere corte e i mercati locali e il bando non è attivabile al di fuori dei Pif a cui fa riferimento anche per le dotazioni finanziarie.

Possono partecipare al bando come beneficiari gli agricoltori singoli e associati che abbaino tutta la superficie agraria utile nei territori colpiti dal terremoto, mentre i punti vendita realizzabili possono essere fatti anche al di fuori delle zone terremotate, ma sempre all'interno della Regione Marche.

Il bando prevede finanziamenti per la riqualificazione e l'adeguamento degli immobili destinati alla vendita diretta, per la realizzazione o l'adeguamento degli impianti tecnologici dei locali, e per l'acquisto di attrezzature, di strumenti e di arredi necessari all'allestimento del punto vendita.

Sono finanziate, nel limite del 10%, anche le spese generali e tecniche per la realizzazione dei lavori.

Il finanziamento varia se effettuato da agricoltori che operano in zone montane o meno. Per gli agricoltori di zone montane il contributo per gli investimenti in immobili è del 45% se effettuati in modo convenzionale o del 50% se fatti con tecniche di edilizia sostenibile.

Per gli altri agricoltori che non operano in zone montane i contributi vanno dal 35% per gli interventi sugli immobili con tecniche ordinarie al 40% per quelli effettuati con tecniche sostenibili.

In entrambi i casi se l'intervento avviene all'interno delle zone terremotate i contributi verranno aumentati del 10%.

Per l'acquisto di macchinari e attrezzature mobili invece il contributo previsto è uguale per tutti e pari al 30%.

Le domande dovranno essere presentate in modalità telematica tramite il portale Siar entro le ore 13:00 del 19 settembre 2019.

Per maggiori informazioni e dettagli si rimanda alla pagina ufficiale e al testo completo del bando.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 196.123 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner