"The Future of Science" e la sostenibilità in agricoltura

In occasione della manifestazione promossa dalla Fondazione Umberto Veronesi, Agrofarma sostiene la necessità di soluzioni per un “mondo senza fame”

Questo articolo è stato pubblicato oltre 6 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

the-future-of-science.jpg

Venezia, 18-20 settembre 2014

Prende il via oggi a Venezia la decima edizione del The Future of Science “Per un mondo senza fame”, il ciclo di conferenze scientifiche internazionali organizzate dalla Fondazione Umberto Veronesi, che affrontano un tema di grande attualità sociale ed emergenza globale: la fame nel mondo e le strategie per contrastarla.

Sottolineando il valore di questa importante manifestazione per tutto il mondo scientifico, Agrofarma - Associazione nazionale imprese agrofarmaci che fa parte di Federchimica – coglie l’occasione per ribadire l’importanza di trovare soluzioni che diano una risposta concreta all’emergenza fame. Secondo quanto ricordato dall’Onu, infatti, la popolazione mondiale è in crescita esponenziale, tanto da aumentare di due miliardi di unità nei prossimi 40 anni; si tratta di numeri che ci pongono di fronte a importanti interrogativi, rispetto ai quali urge trovare risposte.

Il tema affrontato in questa edizione, in linea con il dibattito al centro di Expo2015 “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”, si pone come momento di confronto tra i protagonisti della comunità scientifica internazionale sulle principali sfide per la lotta alla fame. In questo contesto risulta indispensabile far luce sul ruolo degli agrofarmaci in agricoltura, le medicine per le piante che consentono di ottenere raccolti sani e abbondanti, preservando allo stesso tempo la salute dell’uomo e dell’ambiente.

"L’Esposizione iuniversale di Milano sarà l’occasione per rispondere alla sfida del secolo: sfamare il pianeta in maniera sostenibile – dichiara Chiara Tonelli, Professore di Genetica all'Università degli Studi di Milano e presidente della Commissione scientifica della Fondazione Umberto Veronesi – la ricerca e l’innovazione in agricoltura sono fondamentali per vincere questa sfida. Il miglioramento genetico, le biotecnologie, l'agricoltura di precisione e gli agrofarmaci sono infatti indispensabili per incrementare la produzione alimentare, garantendo raccolti migliori, quantitativamente soddisfacenti e a prezzi accessibili”.

"A dimostrazione del suo impegno contro la lotta alla fame nel mondo, Agrofarma ha lanciato insieme alla Fondazione Veronesi la terza edizione del Premio giornalistico scientifico 'Alimentiamo il nostro futuro, nutriamo il mondo. Verso Expo 2015', per alimentare il dibattito mediatico sulle possibili soluzioni innovative per contrastare la fame nel mondo – aggiunge Andrea Barella, presidente di Agrofarma – l’obiettivo del premio giornalistico è proprio quello di riconoscere, in vista di Expo2015, il ruolo fondamentale che può giocare una corretta informazione sul tema dell’innovazione sostenibile in agricoltura, ragionando sulle possibili soluzioni concrete per la lotta alla fame nel mondo”.

In occasione del Future of Science, Agrofarma-Federchimica promuove una campagna educativa sul concetto di sostenibilità. Il video #sostenibilitAMOdomio (https://www.youtube.com/watch?v=rUj3iFB6n7Y&feature=youtu.be) mostra le diverse sfaccettature di questo tema, oggi al centro del dibattito mediatico e prossimamente protagonista della più grande manifestazione globale dedicata ai temi della nutrizione.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 261.876 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner