Novità Nobili per trinciatura e irrorazione

Attrezzature full electric, sistemi 4.0, ma anche il robot Ceol per la trinciatura, nuove trince, atomizzatori nuovi o aggiornati tra i protagonisti di Eima 2021

Serena Giulia Pala di Serena Giulia Pala

nobili-ceol-etl-eima2021.jpg

Robot ibrido Ceol con trincia elettrificata E-TL 150 nello stand Nobili a Bologna
Fonte foto: Agronotizie

Durante l'emergenza sanitaria Nobili ha puntato ancora di più sull'innovazione, sempre nell'ottica di soddisfare le esigenze degli agricoltori. Grazie all'intensa attività di ricerca & sviluppo, l'azienda fondata nel 1945 e ora guidata dalla famiglia Rossi è arrivata ad Eima International 2021 con nuove soluzioni che rispondono alle sfide future.

In mostra a Bologna le attrezzature elettriche E-Sprayer ed E-Mulcher - presentate ad Eima Digital Preview 2020 e vincitrici sia del titolo Novità Tecnica sia del Premio blu - sistemi 4.0, un robot per la trinciatura, trince e irroratrici evolute.

Il potere dell'elettrificazione

L'azionamento dell'atomizzatore E-Sprayer e della trincia E-Mulcher - controllabili dal display in cabina - è affidato a motori elettrici che sfruttano il generatore esterno E-Source montato anteriormente sul trattore T4.110V di New Holland.

Sviluppato partendo dalle irroratrici Geo di seconda generazione, E-Sprayer vanta il nuovo gruppo ventola HF95 che viene azionato separatamente dalla pompa grazie all'installazione di due motori, senza l'intervento del motore endotermico della trattrice. Sistemi elettronici comunicanti tramite Isobus permettono la visualizzazione dei dati dell'attrezzo sul monitor NH IntelliView IV in cabina, assicurando un controllo preciso della distribuzione.

New Holland T4.110V con atomizzatore full electric Nobili E-Sprayer
New Holland T4.110V con atomizzatore full electric Nobili E-Sprayer

E-Mulcher - anch'essa azionata da un motore elettrico e monitorata mediante un sistema elettronico - presenta la struttura della trincia laterale compatta TB16 e, in più, possiede attuatori elettrici al posto di pistoni idraulici per la movimentazione della testata. Frutto del lavoro della divisione Nobili Electronics, gli implement elettrici garantiscono maggiori flessibilità e risparmio di carburante (fino al 40%, secondo Nobili), nonché minore rumorosità (-10 decibel).

Sistemi NMI e IOT, agricoltura 4.0 a portata di mano

Nobili ha sviluppato anche i dispositivi NMI Connection System per le trince e IOT per le irroratrici. Con NMI (composto da una centralina elettronica, un Gps e sensori di temperatura e vibrazioni), l'operatore può monitorare in tempo reale il funzionamento di una o più trince e ricevere allarmi in caso di malfunzionamento così da massimizzare le performance e ridurre i tempi di fermo. Possibile anche l'archiviazione in cloud di diverse informazioni geolocalizzate.

Accessibile tramite app per smartphone o tablet e acquistabile con le agevolazioni Agricoltura 4.0, il sistema NMI è proposto sulle trince da campo aperto RM e RM-P, da frutteto e vigneto BVR Serie 1000 e per la manutenzione del verde TBE Serie 102, oltre che sulle versioni polivalenti BPR Serie 100 e 100 Pro.

IOT consente di raccogliere informazioni in tempo reale dall'atomizzatore, che viene connesso a un server. Accedendo con le proprie credenziali tramite un browser al sistema, l'utente può scambiare file con i macchinari in campo, monitorare i dati degli attrezzi da remoto, ottenere statistiche con visualizzazioni grafiche personalizzabili, impostare regole e ricevere alert. IOT rende gli atomizzatori Geo, Antis, Euro 3000 e Ventis conformi ai requisiti dell'agricoltura 4.0.

Sistema 4.0 Nobili IOT per l'atomizzatore Geo 2000
Sistema 4.0 Nobili IOT per l'atomizzatore Geo 2000

Trinciatura? Autonoma con Ceol ed E-TL

A rappresentare l'idea di automazione di Nobili il robot ibrido Ceol dell'azienda francese Agreenculture con la trincia E-TL 150. Il robot, provvisto di un generatore di energia elettrica collegato a un motore endotermico e della guida AGC box con ricevitore di segnale RTK, si muove con una precisione centimetrica e trincia in autonomia lo spazio interfilare di vigneti o frutteti.

Al mezzo leggero, ecologico, rispettoso del suolo e controllabile mediante smartphone o radiocomando è abbinata la trincia elettrificata Nobili che - con attacco di prima categoria e con coltelli azionati per via elettrica - lavora larghezze di 120, 150 e 180 centimetri.

Nuove trince da Nobili

In mostra a Bologna accanto all'innovativa E-TL le nuove trince da vigneto e frutteto BV, BVL e BVR Serie 1000 con apertura frontale ampliata e rotore progettato per trinciare grandi quantità di materiale e sarmenti di potatura con diametro fino a 10 centimetri. Le ottime performance sono assicurate da tre controcoltelli dentati e mazze pesanti con disposizione elicoidale nella camera di triturazione.

La Serie 1000 prevede anche un sistema di spostamento idraulico, un rullo di supporto e due protezioni: una composta da catene e gomma all'ingresso della camera e una in sola gomma all'uscita. Così equipaggiate, le trince garantiscono alti livelli di sicurezza. Per ottenere una triturazione più fine dei sarmenti, è possibile montare denti di raccolta optional e il rullo in posizione arretrata.

Camera di triturazione della trincia Nobili BVR
Camera di triturazione della trincia Nobili BVR

Le BV e BVL con attacchi di seconda categoria sono collegabili al sollevatore posteriore, mentre la trincia reversibile BVR può essere installata anche anteriormente grazie al doppio timone e alla trasmissione con doppio ingresso. BVL, avvalendosi dello spostamento idraulico e di un secondo attacco decentrato sul timone, offre uno spostamento laterale fino a 150 centimetri. Con richieste di potenza tra 80 e 130 cavalli, le trince lavorano larghezze da 160 a 240 centimetri.

Geo e Ventis, tanti upgrade

Altre star della rassegna le irroratrici, arricchite di nuove soluzioni. Atomizzatore Isobus con IOT per i professionisti, Geo possiede ora una nuova cisterna in polietilene da 3mila litri e i nuovi gruppi ventola HF 95 e HF 110 per una copertura ottimale delle piante arboree ben sviluppate. Da segnalare anche l'ergonomico premiscelatore, i sensori di vegetazione per aprire/chiudere in automatico i getti, le ruote a bassa pressione per ridurre il compattamento del suolo e il timone sterzante per manovre agevoli.

Le nuove ventole assiali HF 85, 95 e 110 (il nome indica il diametro in centimetri) sviluppano fino a 95mila metri cubi di aria all'ora, garantendo alte prestazioni con ridotti assorbimenti di potenza. Grazie alla nuova pala brevettata Wave Blade, presentano anche rumorosità e resistenze aerodinamiche interne ridotte. Disponibili di serie per le ventole un moltiplicatore a due velocità più folle e parti metalliche zincate a caldo, in opzione una doppia raggiera (HF 95 e 110) e deflettori regolabili.

Sui nebulizzatori pneumatici trainati e portati Ventis c'è invece il nuovo sistema ES con generatore elettrostatico ad alto voltaggio che crea un campo elettrostatico su ogni modulo irrorante dotato di elettrodi, polarizzando le gocce così da favorirne l'adesione alla vegetazione. Gestibile dalla cabina, il sistema riduce le perdite per deriva e a terra assicurando maggiori copertura e omogeneità nei trattamenti.
Un indicatore led in cabina segnala il corretto funzionamento di ES, mentre lo strumento portatile Electrostatic Charge Tester (brevettato) permette di testare l'effettiva polarizzazione delle gocce in campo.

Atomizzatore Nobili Ventis con nuovo sistema elettrostatico ES
Atomizzatore Nobili Ventis con nuovo sistema elettrostatico ES

Jet SM: efficienza e lunga gittata

Infine, la serie di irroratrici Nobili Jet si amplia con l'arrivo del cannone simmetrico Jet SM. Il modello mantiene il telaio rinforzato protetto da zincatura a caldo, la chiocciola ispezionabile, la turbina maggiorata a doppia aspirazione e la frizione tipiche della serie, ma vanta la nuova testata SM.

La testata monta un convogliatore azionato da un martinetto idraulico che offre un'inclinazione fino a 90 gradi da un solo lato o uno azionato da un motore idraulico che, con una rotazione totale di 210 gradi, rende possibile il trattamento su entrambi i lati. Con deflettori superiori e ventrali, Jet SM presenta una gittata di oltre 50 metri in orizzontale e più di 25 metri in verticale, rivelandosi ideale per il lavoro su culture erbacee, piante arboree con fusti alti e in serra.