Accordo fra Cia e Inail: per le aziende agricole la semplificazione viaggerà tramite Pec

Il presidente Politi: 'Con la Posta elettronica certificata ci sarà un notevole risparmio di tempi e di costi'

Questo articolo è stato pubblicato oltre 9 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

Agricoltura Internet 20070308.jpg

Promuovere l’adozione e l’uso della posta elettronica certificata (Pec) e agevolare le comunicazioni tra gli enti e le imprese: questo l’obiettivo dell’accordo fra l’Inail, la Cia, Confederazione italiana agricoltori e le principali organizzazioni di rappresentanza delle imprese. Il protocollo, che valorizza il rapporto di collaborazione tra l’Inail e le associazioni firmatarie, prevede: la realizzazione di un programma d’interventi per l’innovazione digitale che aiuti a diffondere l’utilizzo della Pec; la sensibilizzazione degli iscritti all’acquisizione e all’impiego della Pec per gli adempimenti previsti dall’attuale normativa; la predisposizione di un piano di attività di formazione e informazione, rivolto in particolare alle piccole e medie imprese, che illustri i benefici derivanti dall’uso della Pec e più in generale, dei processi di dematerializzazione e digitalizzazione dell’attività amministrativa.

"In questo modo - ha affermato il presidente della Cia, Giuseppe Politi, in occasione della firma - molti adempimenti potranno essere completati direttamente dalla sede aziendale, e soprattutto potranno essere ricevuti direttamente sulla propria casella di Pec documenti digitali inviati dagli enti, equivalenti all’originale, con un notevole risparmio di tempi e di costi".

Il protocollo, valido per un triennio, prevede diverse azioni divulgative da svolgersi congiuntamente su tutto il territorio nazionale e, oltre a diffondere fra le imprese i benefici di questo nuovo strumento, ha il compito di stimolare presso la Pubblica amministrazione la creazione  di nuovi documenti digitali con valore di originale. 

"Infatti, oltre all’obbligo di dotarsi della Pec, che oggi è in capo solo alle imprese costituite in forma societaria - ha aggiunto Politi - si rende necessario incrementare l’utilità di questo strumento verso tutte le categorie d’impresa, arricchendo l’offerta di documenti che possono essere trasmessi in maniera certificata per affermare e amplificare un vero processo di semplificazione amministrativa e di sburocratizzazione a vantaggio delle aziende agricole".

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 234.628 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner