Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
30 anni di Image Line
Una Mano per i Bambini

Ue, tre neonicotinoidi solo in serra

Normativa europea: la commissione sta per imporre severe restrizioni di utilizzo a clothianidin, imidacloprid e thiametoxam per proteggere le api

ape-api-impollinazione-apicoltura-by-viperagp-fotolia-750.jpeg

La Ue approva pesanti restrizioni per i neonicotinoidi clothianidin, imidacloprid e thiametoxam
Fonte foto: © viperagp - Fotolia

La notizia della decisione Ue di limitare i neonicotinoidi clothianidin, imidacloprid e thiametoxam al solo uso in serra per proteggere le api è stata diffusa col comunicato stampa della commissione UE del 27 aprile scorso.

La proposta della commissione prevede la restrizione dei tre neonicotinoidi al solo uso in serra (intese come strutture permanenti: i tunnel non sono considerati serra) per azzerare l’esposizione delle api, in quanto la valutazione dell’Efsa della numerosa documentazione resasi disponibile a più riprese non è stata in grado evidenziare rischi accettabili.
L’ultimo documento Efsa (pubblicato il 28 febbraio 2018) riguardava solo la concia seme e i granulari: la valutazione del rischio delle formulazioni per trattamenti fogliari risale ad agosto 2015 – inizio 2016, e anche in quel caso erano state segnalate numerose criticità.

Sono tuttavia ancora numerosi i punti da chiarire, in quanto molti degli studi analizzati non hanno fornito risultati inequivocabili. Molta strada rimane da fare, specialmente per quanto riguarda l’analisi del rischio per i bombi e le api solitarie: quando era uscita la linea guida Efsa erano ben pochi i laboratori in grado di condurre gli studi su queste specie, molto meno diffuse della più famosa ape da miele. La stessa Efsa non ha escluso che l’applicazione di misure di mitigazione appropriate possa rendere compatibili l’uso dei neonicotinoidi e garantire la salvezza dei pronubi.
 

Cosa succede adesso?

Nelle prossime settimane verrà pubblicato un regolamento che imporrà agli Stati membri di rivedere le autorizzazioni di prodotti fitosanitari contenenti clothianidin, imidacloprid e thiametoxam per cancellare gli usi fuori serra, entro tre mesi dall’uscita della Gazzetta Ufficiale. Ci sarà anche un periodo di smaltimento scorte, non superiore a sei mesi, sempre dall’entrata in vigore del provvedimento.
 

Prossimamente

I prossimi appuntamenti riguardano il rinnovo dell’approvazione Ue di queste sostanze (clothianidin e thiamethoxam scadranno nel 2019, imidacloprid nel 2022) e a distanza più ravvicinata l’esito della causa intentata da due produttori contro la commissione, rea di aver imposto restrizioni in assenza di solide basi scientifiche, previsto per il mese di maggio 2018.
 

Approfondimenti per studiosi, addetti ai lavori o semplicemente curiosi

  1. Pagina della commissione UE dedicata ai neonicotinoidi.
  2. Peer Review of the Pesticide Risk Assessment for Bees for the Active Substance Clothianidin Considering the Uses as Seed Treatments and Granules’. Efsa Journal 16, no. 2 (28 February 2018): e05177.
  3. Peer Review of the Pesticide Risk Assessment for Bees for the Active Substance Imidacloprid Considering the Uses as Seed Treatments and Granules’. Efsa Journal 16, no. 2 (28 February 2018): e05178.
  4. Peer Review of the Pesticide Risk Assessment for Bees for the Active Substance Thiamethoxam Considering the Uses as Seed Treatments and Granules’. Efsa Journal 16, no. 2 (28 February 2018): e05179.

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner