Ecco Eima International 2008

Bologna, 12 - 16 novembre 2008: un'esposizione sempre più grande e sempre più internazionale

Questo articolo è stato pubblicato oltre 11 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

Eima-International-homepage-2008.jpg

La homepage di Eima International

La seconda edizione biennale di Eima International si terrà alla fiera di Bologna dal 12 al 16 novembre prossimo e avrà, ancora una volta, numeri da record. Come ha spiegato Guglielmo Gandino, amministratore delegato della società organizzatrice Unacoma Service nel corso della conferenza stampa tenutasi a Bologna il 19 giugno, la richiesta di spazi espositivi per la grande rassegna della meccanizzazione agricola è già cresciuta del 18% rispetto al 2006, e promette ulteriori incrementi nelle prossime settimane. Questa tendenza fa prevedere una superficie totale impegnata superiore ai 105 mila metri quadrati netti, comprendenti i padiglioni coperti, i nuovi padiglioni provvisori ed alcune aree all'aperto per prove dimostrative.

E' un risultato che premia la scelta di scorporare dall'Eima International il settore del giardinaggio e della cura del verde, diventato oggetto della rassegna specializzata Expogreen che si svolge negli anni dispari in alternanza con l'Eima. I metri quadrati prima riservati al giardinaggio (circa 12.000) sono stati interamente occupati, determinando appunto la crescita della superficie espositiva riservata al macchinario agricolo. Il numero di aziende espositrici dovrebbe raggiungere un totale di oltre 1.600, dato che supererebbe quota 1.950 se si considerassero anche le aziende espositrici del garden.

Fra i 14 settori merceologici in cui è organizzata la rassegna, che comprendono ogni genere di macchina e attrezzatura per l'agricoltura, la forestazione, la zootecnia e l'agro-industria, particolare importanza assume quello della componentistica, che a partire da questa edizione si costituisce come salone specializzato, denominato 'Eima Componenti', con una superficie impegnata intorno ai 24.000 metri quadrati netti.

Novità importante è anche quella costituita da Eima Energy, l'area destinata alle energie rinnovabili collegate all'agricoltura, con riferimento soprattutto alle biomasse, al biogas, all'eolico e al fotovoltaico. L'area, organizzata in collaborazione con Italian Biomass Association Itabia, ospiterà anche zone dedicate a seminari e dibattiti (particolarmente importante il convegno internazionale del progetto europeo Bites), punti d'informazione, modelli dimostrativi delle principali filiere ed esposizione di impianti specifici.

L'informazione e la divulgazione saranno particolarmente curati da Eima International, che si presenterà ai visitatori non soltanto come una formidabile vetrina promozionale delle migliori tecnologie meccaniche per l'agricoltura (oltre 20 mila modelli complessivi) ma anche come un evento di comunicazione rivolto a tutte le componenti del mondo agricolo. Particolare enfasi sarà data all'innovazione, con lo spazio di Eima Lab, dedicato alle novità tecniche e a numerose iniziative nel campo della ricerca e delle applicazioni tecnologiche più avanzate. Il calendario degli eventi prevede numerosi convegni, in parte promossi direttamente da Unacoma/Unacoma Service, in parte da organizzazioni del mondo agricolo e della filiera agro-meccanica, mentre vi sarà spazio anche per eventi 'spettacolari', come la sfida tra gruppi di 'writers' nella decorazione di trattrici dismesse. Numerose le delegazioni estere invitate in collaborazione con l'Ice - ad oggi sono oltre 20 i Paesi ufficialmente rappresentati, provenienti da ogni continente – e particolarmente significativa la presenza di delegazioni dall'India, dal Brasile e dalla Russia, Paesi che esprimono una domanda crescente di tecnologie per l'agricoltura, ma anche dal Sudafrica, dal bacino mediterraneo, dal Medio Oriente, dall'Europa centro-orientale.

'La geografia della meccanizzazione appare sempre più estesa – ha detto Guglielmo Gandino - come evidenziato nel recente summit Agrievolution organizzato da Unacoma Service a Roma alla fine di maggio. Le potenzialità di crescita della meccanizzazione nelle diverse aree agricole del mondo sono notevoli ma è necessario sviluppare tecnologie adatte ai differenti contesti produttivi, promuovere formule di cooperazione tecnica e commerciale e valorizzare le occasioni di incontro fra la domanda e l'offerta quali appunto i grandi eventi fieristici'.

Proprio sul fronte fieristico, notevole importanza riveste l'accordo fra Unacoma Service e la Federazione delle Camere di Commercio e Industria dell'India Ficci: in seguito a tale accordo a partire dal dicembre 2009 verrà realizzata a Nuova Delhi Eima Agrimach, una rassegna di meccanizzazione agricola, sia statica che dinamica, che avrà cadenza biennale e che sin dalla sua prima edizione avrà il supporto ed il patrocinio del Ministero dell'Agricoltura indiano.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.949 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner