Vino, il decanter ora è smart

iSommelier, presentato a Milano, ossigena il vino e lo rende pronto per essere bevuto in pochi minuti, senza alternarne la qualità: guarda la videointervista

Tommaso Cinquemani di Tommaso Cinquemani

Questo articolo è stato pubblicato oltre 4 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

isommelierifavinevinodecanter.jpg

Con le nuove tecnologie di ossigenazione bastano pochi minuti per la decantazione
Fonte foto: Agronotizie

Fare decantare una buona bottiglia è fondamentale per assaporare fino in fondo tutte le sfumature del vino. Dopo un periodo, più o meno lungo a seconda dell'etichetta, a contatto con l'aria, il vino è finalmente pronto per essere servito: aperto, con aromi sviluppati e tannini rotondi e ben integrati. Ma per fare decantare una bottiglia in maniera corretta ci possono volere anche ore, un tempo troppo lungo per i ristoranti, dove una volta il cliente chiamava in anticipo per avvertire del suo arrivo. Ma anche per gli appassionati: resistere due ore prima di bere è davvero un supplizio.

Per questo iFavine, società cinese con uffici in Francia, a Bordeaux, in Australia e nella Napa Valley statunitense, ha ideato iSommelier, un decanter intelligente che riduce il tempo di attesa a pochi minuti. La macchina aspira l'aria e attraverso una serie di filtri biomedicali estrae ossigeno che poi viene insufflato all'interno del decanter. Risultato, in 50 secondi si ha l'effetto di decantazione che normalmente si avrebbe in un'ora.

La paura dei puristi è che una buona bottiglia possa essere rovinata da un processo così veloce. Ma dall'azienda assicurano che la quantità di ossigeno immessa nel liquido è bassa e che la decantazione avviene secondo parametri ottimali. Anche l'Unione de la sommelerie française ha espresso il suo apprezzamento per questo strumento che per ora, visto il prezzo di 1.500 euro, è destinato alle enoteche e ai ristoranti di fascia alta.

La rivoluzione non si ferma al vino, ma coinvolge anche la bottiglia.
Grazie ad iFavine Network si può sapere quali sono le caratteristiche della bottiglia. Basta prendere un vino, fotografare l'etichetta con lo smartphone, e in una attimo si hanno tutte le informazioni sul produttore e sulla bottiglia che si ha in mano, con consigli di degustazione e, ovviamente, anche i tempi di decantazione. Nel futuro, sperano i produttori, iFavine Network diverrà un  vero e proprio social che offrirà informazioni, servizi e offerte di lavoro nel mondo del vino, con anche la possibilità di fare acquisti online.
 

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: vino innovazione tecnologia

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 238.851 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner