Aiel fa il punto sulle energie rinnovabili

Il 6 luglio 2009 a Legnaro (PD) l'Assemblea annuale dell'associazione delle agroenergie

Questo articolo è stato pubblicato oltre 11 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

Aiel-logo.jpg
Si svolgerà lunedì 6 luglio 2009 a Legnaro (PD) l'assemblea annuale di Aiel (Associazione italiana energie agroforestali, a partire dalle ore 10.
Nel corso dell'incontro sono previsti due momenti di approfondimento, il primo riguarderà la nuova direttiva europea sull'energia da fonti rinnovabili.
Le biomasse legnose, il biogas, il biometano, i biocarburanti; l'intero settore agrienergetico ne è coinvolto, con nuoveregole che dovranno essere adottate da tutti gli stati membri.
La nuova direttiva interviene in molti aspetti, ad esempio nella semplificazione delle procedure autorizzative degli impianti, criteri di sostenibilità della biomassa e dei biocarburanti, gli impegni degli Stati membrinell'inserire le energie rinnovabili, il teleriscaldamento e raffrescamento nella pianificazione delle infrastrutture urbane, le specifiche tecniche degli impianti ecc.
A relazionare su questo tema sarà Heinz Kopetz presidente di Aebiom, l'associazione europea delle biomassa.
Il secondo evento è una tavola rotonda su incentivi e strumenti per lo sviluppo delle agrienergie in Italia.
I temi che saranno affrontatiriguardano la nuova disciplina dei Certificati Verdi, i Titoli diefficienza energetica, ovvero i Certificati Bianchi, l'esenzionedall'accisa dell'olio vegetale puro, quindi i vari strumenti per unacrescita sostenibile del settore. Parteciperanno alla tavola rotonda iprincipali attori, sia dal punto di vista istituzionale cherappresentativo del settore.
Nella tavola rotonda saranno coinvoltiinfatti Aper, Agroenergie, Itabia, Fire, Cia, Gse, Agenzia delle Dogane, Ministero dello Sviluppo economico, deputati della Commissione Agricoltura.
L'obiettivo è la necessità di creare un quadro coerente diincentivi per sostenere lo sviluppo concreto delle agrienergie. Seguiràil dibattito con il diretto coinvolgimento del pubblico.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 234.275 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner