Progetto Fuoco conferma il trend positivo del settore

Soddisfatti espositori e visitatori provenienti da tutta Europa

Questo articolo è stato pubblicato oltre 11 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

Progetto-Fuoco-logo.jpg
Grande soddisfazione per i 540 espositori di Progetto Fuoco, sesta edizione della  mostra internazionale di impianti e attrezzature per produrre calore ed energia dalla combustione della legna, conclusasi alla Fiera di Verona dopo quattro giorni di esposizione e convegni. La biennale Progetto Fuoco, che si è confermata la fiera di riferimento a livello mondiale, con visitatori giunti da ogni parte d'Europa per incontrare le novità tecnologiche e stilistiche portate da produttori diretti di 25 Paesi su 60.500 mq di superficie espositiva, con caminetti, stufe e termocucine in funzione e dimostrazioni pratiche di macchine per la preparazione della legna e di in terventi di manutenzione di fumisti e spazzacamini.
L'aver riservato le prime due giornate della manifestazione ai soli visitatori professionali ha portato agli stand delle aziende presenti in fiera circa 38.000 operatori qualificati da tutte le  Regioni, Isole comprese, cui si sono aggiunti nei giorni di sabato 26 e domenica 27 gennaio, oltre 21.500 potenziali clienti interessati alle novità ed al design, moderno o tradizionale, degli apparecchi in esposizione. Per la prima volta a Progetto Fuoco è stato organizzato PF-Technologie uno spazio riservato esclusivamente alla presentazione delle novità tecnologiche nel settore delle caldaie a biomasse legnose.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 196.160 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner