Al via Progetto Fuoco

Inizia oggi, mercoledì 19 febbraio, a Veronafiere e proseguirà fino a domenica 23, la mostra internazionale di impianti e attrezzature per la produzione di calore ed energia dalla combustione di legna

Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

progetto-fuoco-veronafiere.jpg

Progetto fuoco: Verona, dal 19 al 23 febbraio

Più di 650 espositori da 36 Paesi in crescita del 20% sull’edizione precedente; delegazioni da Usa, Cina, Argentina e Giappone; 6 padiglioni ai quali si aggiungono le aree esterne per le dimostrazioni pratiche dei macchinari per un totale di 85 mila metri quadrati complessivi dove sono in mostra 2.000 tra caminetti e stufe (250 dei quali in funzione), con grande attenzione alle tecnologie di ultima generazione e al design. Sono alcuni dei numeri salienti della 9° edizione biennale di Progetto Fuoco (Veronafiere, 19-23 febbraio, dalle 9 alle 18), la mostra di impianti e attrezzature per la produzione di energia dalla combustione di legna che dalla parte espositiva coniuga anche un qualificato calendario formativo con oltre 80 tra convegni, seminari e incontri organizzati in concerto con Aiel, Associazione italiana energie agroforestali, Dipartimento Tesaf- Università di Padova, Associazione nazionale fumisti e spazzacamini.

Oggi, mercoledì 19, si è svolta alle 11 nel Padiglione 6 l'inaugurazione alla presenza del vice presidente di Veronafiere, Damiano Berzacola, di Massimo Giorgetti, assessore all’Energia della Regione Veneto, Giovanni Miozzi, presidente della Provincia di Verona, dell’assessore all’Ambiente del Comune di Verona Enrico Toffali, del presidente di Piemmeti Spa, Ado Rebuli e del direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani.

Prima del taglio del nastro, alle 10.30, nella Sala Puccini (Centro congressi Europa, tra i Padiglioni 6/7) si è svolto il convegno “Produzione di energia termica da fonti rinnovabili ed efficienza energetica: evoluzione e integrazione dei sistemi incentivanti” che pone l’accento sull'opportunità degli incentivi solo in presenza di un effettivo risparmio energetico se il contesto è efficiente. All’incontro sono intervenuti Marco Pezzaglia, founding partner di Ekn-Efficiency Know e Luca Benedetti, responsabile dell’unità Studi e strategie del Gse, Gestore servizi energetici.

L’evento conferma l’attenzione di Veronafiere sul tema dell’evoluzione della white-green economy che è oggetto di discussione di Smart Energy Expo, la prima fiera internazionale sull’efficienza energetica, in programma per il secondo anno alla Fiera di Verona, dall’8 al 10 ottobre 2014.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 206.639 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner