Psr Centro-Nord: target raggiunti, ora si deve continuare a spendere

Ancora tanti i fondi in cassa alle Regioni del Centro-Nord da poter spendere, che hanno raggiunto tutte il target. Ottimo lavoro per le Province trentine, Valle d'Aosta, Veneto ed Emilia Romagna

Lorenzo Pelliconi di Lorenzo Pelliconi

banconote-soldi-euro-by-wolfilser-fotolia-750.jpeg

Tante risorse ancora da investire attraverso il meccanismo dei fondi Psr
Fonte foto: © Wolfilser - Fotolia

Le Regioni del Centro-Nord Italia hanno tutte raggiunto i target degli obiettivi di spesa al 31 dicembre 2020. Caso unico la Puglia, al Sud, che non ha centrato l'obiettivo. Ora il secondo grande tema è erogare nei prossimi anni ciò che è rimasto in cassa per la programmazione Psr dei fondi di sviluppo rurale.
 
Come negli ultimi mesi a questa parte è Bolzano la più vicina al 100% di erogazione, con il 78,31% di avanzamento di spesa (e un target di realizzazione del 149,53%). Seguono il Veneto con il 69,49% di spesa già erogata e un target raggiunto del 133,19%, e la Valle d'Aosta con il 67,36% di erogazioni già effettuate e il 129,44% di percentuale di obiettivo. Leggermente sotto l'Emilia Romagna, con spese già effettuate per il 66,72% della propria programmazione e una percentuale di impegni già presi del 127,76%.

Buone performance anche per la Provincia di Trento, con il 63,84% di programmazione già realizzata e target obiettivo al 122,71%. Il Piemonte ha di poco superato la soglia di erogazione fondi del 60% (60,34%) e un obiettivo di realizzazione finale del 116,26%. Appaiati poco sopra al 57% di spesa già effettuata troviamo il Friuli Venezia Giulia (57,36%) e il Lazio (57,32%) ma con differenti target di realizzo, rispettivamente 111,10% e 117,78%.

Seguono poi la Lombardia, con il 56,53% di spesa erogata (108,17% come target) e l'Umbria con il 56,46% di fondi già liquidati (116,73% come percentuale di realizzo). Con il 54,75% di erogazioni già effettuate e una percentuale di realizzo del target del 105,88% troviamo la Toscana, mentre più giù c'è la Liguria, che era partita molto male ma che al 31 dicembre ha raggiunto il 53,91% di fondi già erogati, guardando già al target del 102,47%.

Sotto la soglia del 50% l'Abruzzo che, nonostante le tante difficoltà, ha confermato un target per il 103% della programmazione e liquidazione di fondi già stanziati per il 47,27% della propria programmazione, mentre la maglia nera va alla regione Marche, che chiude il 2020 con il 41,71% di programmazione realizzata e un target del 105,88%.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 253.004 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner