Il Mediterraneo al centro della qualità e della sicurezza alimentare

La conferenza internazionale si è tenuta al Cairo. Avviati progetti di collaborazione commerciale. Il prossimo appuntamento delle Giornate di studio mediterranee si terrà a Istanbul a novembre

Questo articolo è stato pubblicato oltre 11 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

rifosal.png

Cairo, Giornate di studio mediterranee

Oltre duecento partecipanti provenienti da diversi Paesi Mediterranei (Egitto, Italia, Francia, Marocco, Tunisia, Libano e Turchia), una platea composita di esperti, istituzioni, università, imprese e stampa specializzata del settore agroalimentare oltre che del settore turistico hanno animato il dibattito della terza conferenza della edizione 2008-2010 delle "Giornate studio mediterranee su qualità e sicurezza alimentare".
 
La Giornata studio del Cairo, dopo quelle di Roma e Tirana, si è concentrata sul tema della valorizzazione della qualità e dell'identità delle produzioni dei Paesi mediterranei, a partire dalle peculiarità del modello agricolo e delle tradizioni alimentari, arrivando al ruolo che l'agricoltura di qualità e la dieta mediterranea possono giocare nello sviluppo e nella promozione di un modello mediterraneo.
 
Nel protocollo finale è stato sottolineato come "Agricoltura biologica, Indicazioni geografiche protette e Denominazioni di origine protetta siano da considerarsi modelli produttivi strategici con particolare riferimento al ruolo che i prodotti di queste eccellenze possono svolgere sui mercati locali, aumentando la consapevolezza dei consumatori e favorendo l'accesso al mercato delle agricolture locali anche attraverso i canali della ristorazione e del turismo. Con un valore aggiunto: il rafforzamento dell'immagine del modello mediterraneo nel mondo".
 
I lavori della Conferenza al Cairo sono stati anche una occasione importante per avviare concrete azioni di collaborazioni tra Italia ed Egitto su questi temi. Il Consorzio italiano Rifosal e il Centro di ricerche del ministero dell'agricoltura Egiziano, organizzatori della Conferenza e firmatari di un accordo di collaborazione quinquennale nel campo della qualità e della sicurezza alimentare, hanno annunciato l'avvio di due progetti di partenariato. Il progetto Prim-E (Euro-Mediterranean information and research points) che prevede la realizzazione di una rete di punti informativi Euro-mediterranei al servizio delle imprese che operano nel settore agricolo, alimentare e del turismo, con l'inaugurazione del primo centro Prim-E operativo al Cairo già a partire dal 2010; il progetto Enjoy Med, evento fieristico e televisivo gastronomico- culturale itinerante che partirà da Barcellona nella primavera del 2010, con una carovana di tir che sostando nelle principali capitali del nord Europa, farà conoscere i prodotti, le cucine, e le regioni del Mediterraneo.
 
Il prossimo appuntamento delle Giornate è previsto per novembre 2009 a Istanbul, Turchia.
 
Per informazioni: Rifosal Consortium, via del Paradiso, 48, 01100 Viterbo

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 238.854 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner