Consorzio Chianti Colli Fiorentini, forte vocazione per l'export

Al Vinitaly 2016 AgroNotizie ha intervistato la presidente Marina Malenchini. Focus su tutela e promozione della Docg sui mercati internazionali e sul rapporto tra vino e digitale

Lorenzo Pelliconi di Lorenzo Pelliconi

Questo articolo è stato pubblicato oltre 4 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

marina-malenchini-presidente-consorzio-chianti-colli-fiorentini-fonte-lorenzo-pelliconi-agronotizie.jpg

Marina Malenchini, presidente del Consorzio Chianti dei colli fiorentini
Fonte foto: © Lorenzo Pelliconi - AgroNotizie

Una trentina di cantine associate e una grande storia dietro quel nome. Il Consorzio del Chianti dei Colli Fiorentini, nato nel 1994, si propone come obiettivo la promozione e tutela della Docg Chianti Colli Fiorentini, riconosciuta e delimitata nel 1932, e presente in diciotto comuni del fiorentino. AgroNotizie ha intervistato Marina Malenchini, presidente del Consorzio, sui temi dell’export, mercati potenziali, e il rapporto fra vino, il digitale e internet a supporto della promozione del made in Italy.

Quali sono le vostre prospettive per l'export in futuro? Su quali mercati potenzialmente interessanti intendete concentrare gli sforzi a livello commerciale?
"Per noi l’export vale una parte molto importante del giro d’affari delle nostre cantine associate. Infatti viene spedito all’estero il 70% dell’intero prodotto imbottigliato, in particolare in Stati Uniti, Germania e Nord Europa in generale, e in Giappone. Il business maggiore lo si fa con la grande distribuzione, mentre ancora poco con negozi al dettaglio".

Qual è il vostro approccio al tema del vino digitale e sul rapporto tra vino e internet?
"Siamo presenti su Internet con un sito web istituzionale, oltre che con i social media, tramite un account Facebook e Instagram. E’ un modo molto veloce e istantaneo per raggiungere una platea di potenziali interessati molto più grande. Per questo riteniamo fondamentale il digitale al servizio della promozione del vino".
 

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 256.655 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner