Grano: riflettori su filiera, mercato e innovazione

Bologna, 25-26 settembre 2008. XIV edizione di Granoitalia: le Giornate di Studio

Questo articolo è stato pubblicato oltre 11 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

Grano Italia1.jpg

Granoitalia è una manifestazione organizzata da Assincer. Si terrà a Bologna il 25-26 settembre

Lo scenario del settore cerealicolo è profondamente cambiato e Granoitalia risponde alle molteplici domande degli operatori della filiera: quale sarà l'andamento generale dei prezzi nel breve-medio periodo? A livello mondiale sarà possibile ricostituire le scorte di cereali ormai al lumicino? Come si valorizzano le filiere e quali sono le più importanti innovazioni del settore?

La quattordicesima edizione di Granoitalia: Le Giornate di Studio che si terrà a Bologna il 25 e 26 settembre 2008 cercherà di rispondere a questi e ad altri quesiti. Il convegno cercherà di proporre risposte efficaci, che possano contribuire alla crescita del settore in un contesto che in pochi mesi è cambiato, diventando sempre più complesso e articolato, ed è inserito in una realtà italiana ancora frammentata e non ancora strutturata per affrontare le sfide del settore.

L’argomento della prima sessione è “Le trasparenza del mercato può essere un elemento che fa la differenza nella valorizzazione della filiera?". Sono chiamati a partecipare numerosi esperti a livello nazionale e internazionale, e il taglio iniziale sarà dato dal professor Stupazzoni, ideatore delle Giornate, che darà alcune indicazioni sulla politica del settore. Ma quali sono le tendenze a livello mondiale? Il professor Meyers del Fapri (Food and Agricultural Policy Research Institute), dell'Università del Missouri, ci darà indicazioni sul trend, gli stock e il mercato. A livello nazionale le tendenze del mercato verranno illustrate da Ismea, mentre il cavalier Vincenzo Divella e il dottor Tassinari, presidente di Coop Italia, daranno informazioni rispettivamente sul settore pastario e sulla Gdo. Si parla di tendenze e di competitività del settore e quindi non si può non parlare di interprofessione: sarà la francese Onigc (Office national interprofessionnel des grandes cultures) che ci darà informazioni e chiarimenti sull'esperienza interprofessionale in Francia; pur tenendo conto della diversa realtà di questo Paese, decisamente esportatore, esso rappresenta un modello importante di riferimento anche per il nostro Paese. La sessione del pomeriggio sarà invece interamente dedicata al Piano Nazionale del Settore Cerealicolo, dove il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali presenterà il Piano, che verrà discusso da parte delle diverse associazioni di filiera.

La seconda giornata sarà invece interamente dedicata all'innovazione, elemento di importanza strategica nell'evoluzione del settore: verrà presentata una relazione sulle innovazioni a livello internazionale da parte dell'Università di Bologna, seguita da un intervento del Gruppo temporaneo di competenza cereali, che raggruppa rappresentanti delle diverse regioni italiane sotto la coordinazione dalla Regione Lombardia, che parlerà di proposte avanzate dagli osservatori regionali. Seguirà, da parte del dottor Desiderio l'illustrazione di un modello di progetto interregionale (Micocer: Valutazione e controllo della contaminazione da micotossine nelle produzioni cerealicole nazionali) e, da parte del Presidente di Antim (Associazione Nazionale Tecnici Industria Molitoria), la domanda di ricerca del settore molitorio. Come ogni anno a Granoitalia verrà anche illustrata in modo sintetico la qualità dei grani per la trasformazione. Completerà la sessione un intervento da parte delle associazioni del settore, che commenteranno e proporranno, a loro volta, le principali esigenze di innovazione da parte del settore.

 

La partecipazione è gratuita. 

Per informazioni: Assincer. Tel: 051/503492 / Fax: 051/6337070 / E-mail: info@assincer.it / Web:www.assincer.it

AM Consulting Tel. 051-6066611 Fax: 051-760570 email: hlavorano@hotmail.com

Fonte: Assincer

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.800 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner