Nasce il marchio di qualità di produzione integrata

Per i consumatori italiani una garanzia in più di sicurezza e tutela alimentare

Questo articolo è stato pubblicato oltre 8 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

prodotti-biologici.jpg

Il Sistema di Qualità Nazionale di Produzione Integrata sarà facilmente identificabile da un marchio che certificherà la metodologia di produzione e sarà facilmente riconoscibile dai consumatori che, in tal modo, avranno una garanzia in più sulla qualità e sicurezza dei prodotti ortofrutticoli 'made in Italy'.

Il sistema di produzione integrata è basato sull’utilizzo di tutti i mezzi produttivi e di difesa delle produzione agricole dalle avversità, nel pieno rispetto dei principi ecologici, tossicologici ed economici.

Il marchio di produzione integrata aggiunge quindi un nuovo ed importante tassello a supporto della garanzia delle produzioni ortofrutticole italiane, fronteggiando i tentativi di contraffazione e fornendo al consumatore maggiore tutela anche in termini di salute e igiene alimentare. 

A questo fine il ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali ha promosso un concorso per individuare il logo di Produzione Integrata da applicare su tutti i prodotti ortofrutticoli, mentre alcune proposte scelte dai consumatori tramite una votazione sul web, sono già disponibili 'on line' sul sito www.reterurale.it.

L’importanza di un marchio nazionale che identifichi la produzione integrata è emersa anche da una recente ricerca condotta da Ismea per conto del Mipaaf sul rapporto tra i consumatori e produzione integrata. La maggior parte dei consumatori ha dichiarato di apprezzare il valore dell’applicazione di un marchio che potrebbe guidare la scelta finale dei prodotti ortofrutticoli.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.368 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner