'Chiediamo incontro urgente su agricoltura biologica e nuovi Psr'

Carnemolla, presidente FederBio

Questo articolo è stato pubblicato oltre 13 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

Federbio Logo.jpg
FederBio, a nome delle associazioni regionali dei produttori biologici, ha scritto al ministro De Castro, agli assessori regionali e alla Commissione europea per segnalare lo stato di grave disagio del settore rispetto alla situazione che si va delineando con i nuovi Piani regionali di sviluppo rurale” ha comunicato Paolo Carnemolla, presidente di FederBio. “Non esiste un quadro unico di sostegno per il settore a livello nazionale, in alcuni casi le risorse sono insufficienti anche perché si continua a preferire il sostegno a misure agrambientali parziali o assistenziali e solo alcune regioni hanno attivato misure di specifico interesse per il settore” continua Carnemolla. “Fu proprio nel semestre di presidenza italiana dell’Ue, nel 2003, che venne approvato il Piano d’azione europeo per l’agricoltura biologica, con una chiara indicazione agli Stati membri di utilizzare i Psr per consolidare e sviluppare l’agricoltura biologica. Solo con una conversione significativa al biologico delle aree ad agricoltura intensiva, attraverso premi adeguati e condizioni di accesso favorevoli, e l’indicazione del biologico come unica forma di agricoltura che può beneficiare di aiuti nelle aree di Rete Natura 2000 l’Italia può davvero sviluppare in maniera significativa il settore” conclude Carnemolla.

Fonte: FederBio

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 250.664 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner