GIORNATE FITOPATOLOGICHE, IL NUOVO CORSO

Si è svolta a Bologna la Giornata di studio su protezione delle colture e quadro normativo
"La protezione delle colture in un nuovo quadro normativo". E’ stato questo il tema della Giornata di studio tenutasi il 4 ottobre a Bologna, organizzata dal Comitato di indirizzo delle Giornate Fitopatologiche in collaborazione con l’Associazione italiana per la protezione delle piante

Questo articolo è stato pubblicato oltre 14 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

GiornateFitopatologicheLogo72dpiStrilloAgronotizie.jpg
Si è tenuta il 4 ottobre scorso a Bologna, nell’Aula magna della Facoltà di Agraria, la Giornata di studio su “La protezione delle colture in un nuovo quadro normativo”, organizzata dal Comitato di indirizzo delle Giornate Fitopatologiche di concerto con l’Associazione italiana per la protezione delle piante. L’incontro, che ha sancito l’inizio dell’attività da parte del Comitato di indirizzo e un nuovo corso per le Giornate Fitopatologiche, è stato organizzato allo scopo di informare il mondo fitoiatrico italiano sullo stato di avanzamento del processo di adeguamento legislativo europeo e nazionale, e di favorire un confronto aperto fra le diverse categorie coinvolte.
Il quadro normativo che disciplina il settore della difesa fitoiatrica delle colture è infatti interessato da una profonda evoluzione, collegata alle varie direttive recentemente emanate dall’Unione europea allo scopo di ridurre i rischi tossicologici e ambientali connessi all’impiego degli agrofarmaci. “Il convegno si discosta dal modello tradizionale dei 3-4 giorni – ha spiegato Agostino Brunelli, coordinatore delle Giornate Fitopatologiche – e vuole essere l’esempio del nuovo corso che le Giornate stanno imboccando: si tratta di un primo appuntamento che vuole aprire dei tavoli di discussione. Il confronto si potrà protrarre, così, fino all'appuntamento delle Giornate - dal 26 al 29 marzo, ndr - che si svolgeranno a Riccione".
La normativa
Nella sessione mattutina, dopo l’introduzione di Antonio Canova, presidente delle Giornate Fitopatologiche e di Domenico Regazzi, preside della Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Bologna, il tema si è incentrato sulla normativa. Sono intervenuti Alessandro Desideri del Ministero della salute, Maristella Rubbiani e Angela Santilio dell’Istituto superiore di sanità di Roma, Elisa Conte del Cra, Istituto di patologia vegetale di Roma. Al dibattito, che ha affrontato i “Riflessi sulla difesa fitosanitaria delle nuove normative sugli agrofarmaci”, hanno partecipato Michel Marcellier di Agrofarma, Vittorio Ticchiati della Confederazione commercianti prodotti agricoli di Bologna, Valtiero Mazzotti del Centro servizi ortofrutticoli di Ferrara, Giampiero Reggidori di Apo Conerpo Bologna e Marcello Martino di Assodaunia, Foggia.
L’ambiente
Si è parlato di ambiente e di produzioni integrate a basso impatto ambientale nella seconda parte del convegno, con gli interventi di Carlo Zaghi del Ministero dell’Ambiente (“Le proposte dell’Unione Europea per la tutela dell’ambiente”) e di Giuseppe Blasi, ministero delle Politiche agricole e forestali (“Stato attuale e prospettive delle misure agroambientali promosse dall’Unione Europea”), che ha illustrato le novità della riforma.
Produzioni agricole
Infine, la terza sessione si è chiusa con la tavola rotonda su “L’applicazione delle normative sanitarie e agroambientali per la valorizzazione delle produzioni agricole nazionali”. Sono intervenuti, tra gli altri, Tiziano Galassi del Servizio fitosanitario della Regione Emilia Romagna, che ha parlato della valorizzazione dei prodotti realizzati in difesa integrata - “Documento fondamentale – ha detto Galassi - sono i Disciplinari di Produzione Integrata, spesso pre-requisito per la Gdo” -; Fabrizio Piva del Consorzio per il controllo dei prodotti biologici di Bologna e Giovanni Errani, Cooperativa Terremerse.
Hanno dato un significativo contributo i rappresentati dei diversi settori della filiera agroalimentare: dalla produzione alla trasformazione, alla Grande distribuzione organizzata.
www.GiornateFitopatologiche.it
Nel corso del convegno è stato presentato in anteprima il sito internet "www.GiornateFitopatologiche.it" a cura di Image Line®, che sarà attivo a partire dalla prossima edizione delle Giornate Fitopatologiche, dal 26 al 29 marzo 2006. Il nuovo sito permetterà agli operatori che si registreranno gratuitamente di effettuare ricerche sui lavori presentati alle Giornate Fitopatologiche in tutte le edizioni, dal 1962 ad oggi, disponendo dei dati completi, fino alla pubblicazione dell'intero lavoro in formato pdf.

Ulteriori approfondimenti saranno disponibili sul prossimo numero di Agronotizie.

Per informazioni:
Centro di Fitofarmacia - DIPROVAL – viale G. Fanin, 46 – 40127 Bologna – Tel. 051 2096546 Fax 051 2096547 giornfit@agrsci.unibo.it

Fonte: Agronotizie

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.368 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner