Pesche e albicocche cambiano pelle

A Cesena, pesche e albicocche in mostra pomologica presso l’azienda sperimentale Martorano 5

Lorenzo Cricca di Lorenzo Cricca

Questo articolo è stato pubblicato oltre 11 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

crpv-mostra-pomologica-albicocco-martorano-5-luglio-2008.jpg

Si è tenuta a Cesena nella giornata del 22 luglio 2008 presso l'azienda sperimentale Martorano 5 una delle tradizionali mostre pomologiche che il Crpv di Cesena organizza ormai da diversi anni, con campioni d'albicocco e pesco esposti all'attenzione delle tante persone intervenute. L'incontro si inserisce all'interno di un programma di divulgazione che il Crpv ha avviato diversi anni fa e nella stagione 2008 ha già avuto modo di organizzare quello del 28 maggio (poi posticipato) a Vignola per il ciliegio, il 27 giugno a Casalfiumanese (Bo) per l'albicocco ed appunto quello del 22 luglio a Cesena per albicocco e pesco. Per poter vedere il calendario completo degli eventi è possibile consultare il sito del Crpv e scaricare il pdf con tutti gli incontri che avranno come protagoniste tutte le principali specie frutticole.

'L’ultima frontiera nel campo della ricerca e della sperimentazione - sottolinea Daniele Missere del Crpv - arriva dall’analisi del Dna delle foglie delle piante. Metodo che consente di selezionare tra migliaia di incroci quelli che contengono nel loro patrimonio genetico le caratteristiche del frutto ideale. Il miglioramento dell’albicocco e del pesco è l’obbiettivo di un progetto regionale da 1,5 milioni di euro, avviato lo scorso anno e promosso da un’alleanza di enti pubblici e privati, comprendenti la regione Emilia-Romagna, il Crpv, l’Università di Milano, Apofruit Italia, Apo Conerpo, Orogel Fresco, Pempa Corer, e sei fondazioni bancarie di cui il capofila è la fondazione della Cassa di Risparmio di Imola.'

‘Dagli incroci svolti fino ad ora – continua Daniele Missere – sono stati ottenuti 15 mila semi d’albicocco e da questi altrettante piantine che prima sono state coltivate in serre appartenenti ad Astra presso l’Istituto Tecnico Agrario Statale Scarabelli di Imola e presso un vivaista privato nelle colline imolesi fino a che non saranno pronte per essere messe in campo e distribuite. L’analisi del Dna aumenta l’efficienza della ricerca, dato che permette di concentrare l’attenzione solo sulle piante potenzialmente interessanti. Puntiamo ad ottenere albicocche dal colore rosso almeno sul 50% della superficie, di grosse dimensioni, dal gusto buono. Desideriamo anche ampliare la gamma con varietà che giungano a maturazione in un arco di tempo che va dalla fine di maggio alla seconda metà di luglio. L’innovazione consentirà anche di trovare le degne eredi di varietà ormai note in tutto il mondo come la Reale d’Imola.' ‘Le varietà tradizionali – conclude Daniele Missere – tendono prima o poi a sparire. Le piante hanno un ciclo di vita di una decina d’anni, poi la produttività viene scemando e non è più conveniente continuare a coltivarle. Tanto più che, oggi, la grande distribuzione richiede frutti omogenei’.

 

La presentazione dell'albicocco

La prima parte dell'evento è stata dedicata alla specie albicocco. Stefano Foschi del Cssaa Martorano 5 di Cesena ha commentato i campioni posti in mostra.

'L'interesse per l'albicocca negli ultimi anni è aumentato - evidenzia Stefano Foschi - sia per l'incremento del riscontro commerciale sia per la crisi che altre specie frutticole hanno subito. Anche il miglioramento genetico ha contribuito a generare sempre più varietà con caratteristiche intrinseche ed estrinseche capaci di attirare vivaisti, tecnici, produttori e consumatori.'

Varietà Epoca maturazione rispetto a S.Castrese (in giorni) Pezzatura Auto compatibilità Aspetti positivi Aspetti negativi
Pinkcot® Copty* -18 Elevata No - Impollinatori Bora*, SweetCot® Toyuda e Portici Produzione e pezzature elevate e carattereristiche estetiche d'elevato valore Presenta sapore medio ed ha la necessità di essere consociata ad impollinatori per poter dare produzione
Bora® BO90.610.010* -15 Elevata Parziale - Impollinatori Portici, SweetCot® Toyuda* e Pinkcot® Copty* Elevata pezzatura e consistenza e colore particolarmente attraente (di nuova generazione) Il sapore è tendenzialemnte acidulo, il quale viene ulteriormente penalizzato da eventuali raccolte anticipate che ne accentuano l'acidità della buccia 
SweetCot® Toyuda* -11 Medio-elevata No - Impollinatori TomCot® e Vitillo  Elevata qualità dei frutti con sapore molto equilibrato e tendenzialemnte subacido ed elevata tenuta sia sulla pianta che in fase di conservazione  L'aspetto risulta un pò penalizzante dato che non presenta sovraccolore distaccandosi molto da quella tipologia più innovativa ed apprezzata oggi dai mercati e dal consumatore che vuole le albicocche molto sovraccolorate.
PerleCot*  -11 Medio-elevata  Parziale  Pezzatura ed aspetto dei frutti molto interessante, tenuta in pianta ed in fase di conservazione elevata e sapore molto valido.   
Orange Rubis® -8 Elevata Si Frutti di ottimo sapore (bassa acidità ed elavto contenuto in zuccheri) e buona pezzatura Presenta scarsa tenuta in pianta ed in fase di conservazione (adatta alla filiera corta) ed ha un colore di fondo verdastro che non risulta particolarmente appetibile per il consumatore e tende a trarre in inganno il produttore ritardando la raccolta   
Robada* -8 Elevata No - Portici Aspetto attraente, elevata tenuta dei frutti, portamento aperto e buona vigoria Il sapore è tendenzialemente acidulo
Kioto* 0 Medio-elevata Si Aspetto attraente, elevata tenuta dei frutti, facile gestione dell'albero per il portamento aperto ed elevata e costante produzione Va diradata accuratamente per poter fare pezzatura
Flavorcot® Bayoto* +2 Medio-scarsa Si Entrata in produzione precoce e rapida, frutti di buon sapore ed elevata tenuta e consistenza dei frutti Pezzatura tendenzialmente insufficiente ed inferiore a Kioto* che matura circa nello stesso periodo
Pieve* +7 Media Si Aspetto e sapore dei frutti elevato, buona la vigoria della pianta Non si adatta ai terreni di scarsa fertilità
Jador® Valdor* +10 Medio-elevata Da verificare Aspetto e pezzatura dei frutti elevata Scarso sapore ed assenza d'aroma
Zebra® Priboto* +15 Elevata No - Impollinatori Tomcot® Aspetto e pezzatura dei frutti elevata Sapore acido e presenza di tacche sui frutti
Tardif de Valence +24 Medio-elevata Si Aspetto e pezzatura dei frutti elevata Colore di fondo giallo-verde
Dati su elaborazione dell'intervento di Stefano Foschi del Cssaa di Martorano 5 durante l'incontro tecnico svoltosi il 22 luglio 2008 presso la sede del Cssaa di Martorano 5

 

La presentazione del pesco e delle nettarineNettarina a polpa gialla - Ambersisters

La seconda parte dell'evento è stata invece dedicata alla specie pesco e sue affini con Roberto Colombo dell'Astra Innovazione e sviluppo di Faenza a commentare i campioni posti in mostra.

'L'attività di ricerca e di miglioramento genetico su questa specie - segnala Roberto Colombo - è risultata negli ultimi anni molto attiva e particolarmente frenetica. Questo ha portato alla presenza di nuovo materiale genetico con aspetti innovativi e particolarmente apprezzati dal consumatore. Infatti il mercato richiede caratteristiche diverse rispetto a qualche anno fa a causa dell'evoluzione dei gusti e delle necessità legate alla vita quotidiana. In questa direzione si cercano sempre di più elevata consistenza, sapore tendenzialmente dolce e subacido, lunga shelf-life ed un elevato sovraccolore.'

Le varietà che vengono descritte sotto rappresentano quelle poste in mostra. Tra di loro ve ne sono alcune già in fase di commercializzazione (1), alcune in fase avanzata di sperimentazione (2) ed alcune che sono sottoposte ad una primissima fase di osservazione (3). La descrizione inserita di seguito al nome della varietà rappresenta le osservazioni fatte durante l'incontro e si riferiscono all'anno 2008.

 

Pesche a polpa gialla

  • Rubirich®Zainoar* (18 giugno) con sovraccolore esteso, pezzatura elevata e scarsa ed incostante produttività; (1)
  • Coraline®Monco* (20 giugno) con elevata produttività, un ritardo di produzione rispetto a Rubirich di qualche giorno ed una colorazione dei frutti scarsa ed non omogenea; (1)
  • EarlY Rich®Zailiara* (30 giugno) con sovraccolore rosso brillante e non cupo esteso ed intenso, elevata pezzatura, elevata consistenza, frutti di foprma tendenzialemnte triangolare ed un sapore che tende a peggiorare sui rami più deboli; (2)
  • Royal Majestic®Zaimajal* (2 luglio) con colore molto bello ed attraente, forma regolare e simmetrica e con potenzialità molto interessante sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo; (2)
  • Cloè (5 luglio) con forma dei frutti molto attraente regolare e simmetrica, buona sovraccolorazione e pezzatura non elevata; (3)
  • Azurite®Monnoir* (6 luglio)con forma dei frutti regolare e simmetrica e buona produttività; (2)
  • Royal Time®Zairetop* (12 luglio) con potenzialità molto interessanti per sapore e qualità del frutto; (2)
  • Velvetsister® D93 2-3 (12 luglio) con frutti di buona colorazione, forma rotonda, polpa spicca, buona consistenza e sapore molto buono di tipologia dolce ed equilibrata; (3)
  • Royal Summer®Zaimus* (17 luglio) con buon sapore, caratteristiche di sicuro interesse anche se si tratta di prime fruttificazioni; (2)
  • Grenat®Monafi* (22 luglio) con frutti con interessante sovraccolore, buona produttività, sapore dolce che però tende a peggiorare con l'anticipo della raccolta; (1)

Pesche a polpa bianca

  • Maura* (1 luglio) con buona pezzatura, sapore e sovraccolore; (2)

Nettarine a polpa gialla

  • Ambersisters®D93 1-6* (29 giugno) con sapore di tipo tradizionale leggermente acidulo, buona sovraccolorazione e discreta tenuta alla maturazione; (3)
  • Honey Kist®* (10 luglio) con buona produttività costante anche se presenta caratteristiche commerciali e pomologiche inferiori a Big Top che matura in periodo molto simile; (1)
  • Alitop* (18 luglio) con buona produttività, ottima tenuta, sapore dolce e buono e colore di fondo giallo-verde che tende a trarre in inganno durante la raccolta; (3)
  • Amiga* (15 luglio) con ottima pezzatura, colore brillante dei frutti, tendenza allo scatolato e sapore mediocre; (1)
  • Romagna Big®* (14 luglio) con elevata produttività, ottimo sapore anche se presenta una leggera tendenza alla rugginosità; (2)
  • Romagna Gold®* (19 luglio) con elevata produttività e pezzatura, forma tendenzialemnte allungata, sapore dolce, colorazione meno intensa rispetto al tipo Top e Honey ed infine frutti irregolari; (2)

Nettarine a polpa bianca

  • Torquoise®Monprime* (19 luglio) con ottima presentabilità dei frutti, buon sapore, occorre curare potatura e diradamento per non penalizzare la pezzatura dei frutti; (2)
  • Romagna Red®* (1 luglio) con ottima presentabilità dei frutti, buon sapore, discreta tenuta in pianta anche se tende a perdere pezzatura e qualità sui rami più deboli; (3)
  • Romagna Star®* (8 luglio) con buona colorazione dei frutti, sapore dolce, buona produttività anche se nella potatura bisogna preferire un ramo misto di buona qualità; (3)
  • Cristal®Monries* (10 luglio) con buon sapore dolce, buona pezzatura, buona sovraccolorazione e con una forma del frutto irregolare; (3)
  • Magique®Maillarmagie* (12 luglio) con frutti di ottima qualità e presentabilità, pianta d'elevato vigore e con portamento assurgente e buona produttività; (1)
  • Romagna Top®* (21 luglio) con ottimo sapore dolce, buona pezzatura e discreto sovraccolore; (3)

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Plantgest, il motore di ricerca delle varietà frutticole

Autore:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 206.624 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner