Seiland, rivitalizza la rizosfera e migliora il rapporto suolo/pianta

Il biostimolante di Agrisystem riattiva i processi biologici del suolo promuovendo la proliferazione dei microrganismi benefici

Contenuto promosso da Agrisystem
giovane-pianta-di-agrumi-fonte-agrisystem.jpg

Giovane pianta di agrumi. Sistema radicale generato dopo l'applicazione di Seiland

La linea "Residuo zero" di Agrisystem comprende prodotti, agrofarmaci e biostimolanti di origine naturale, che non lasciano residui sulle colture trattate, sono rispettosi dell'ambiente e sicuri per l'operatore che li maneggia; tali prodotti garantiscono elevati standard produttivi, in termini di quantità e qualità.

Prodotto di punta della linea "Residuo zero", Seiland è il biostimolante che migliora contemporaneamente lo stato di salute del suolo e della pianta. Grazie alla sua composizione basata su una matrice organica ricca di polimeri naturali come la lignina, di acidi poli-carbossilici e di un inoculo di batteri della rizosfera e micorrize, Seiland è in grado di rigenerare l'attività della fauna e della flora microbica autoctona in tutte le situazioni, anche in quelle più avverse e con suoli particolarmente stanchi.

Le applicazioni di Seiland rendono più facilmente disponibili i nutrienti per le piante: da un lato, le fonti di azoto e carbonio presenti nella formulazione di Seiland garantiscono il ripristino, la crescita e la moltiplicazione di microrganismi autoctoni e il loro insediamento nella rizosfera; dall'altro, l'effetto biostimolante sull'apparato radicale, garantito dalla presenza di composti bioattivi e di batteri Pgpr (Plant growth promoting rhizobacteria) è evidente; in seguito all'applicazione di Seiland, la massa radicale delle piante si rafforza e si può facilmente notare un'incredibile proliferazione di radici secondarie e di peli assorbenti.

Tutto ciò si traduce in un aumento dell'assimilazione di acqua e nutrienti, in un maggior vigore vegetativo e produttivo con miglioramenti finali del raccolto, anche in situazioni di stress estremo dovute a fattori biotici e abiotici.

Radici
 Radici attaccate da nematodi con nuovo capillizio radicale generato dopo l'applicazione di Seiland

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 265.494 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner