Forum Cdo Agroalimentare 2022, focus su digitale e sostenibilità

Ampio spazio alle tematiche legate all'innovazione digitale in agricoltura nel programma dell'evento che si terrà, sia in presenza sia online, venerdì 28 e sabato 29 gennaio prossimi a Milano Marittima (Ra)

Lorenzo Pelliconi di Lorenzo Pelliconi

camillo-gardini-presidente-cdo-agroalimentare-fonte-cdo.jpg

Camillo Gardini, presidente di Cdo Agroalimentare

"L'imprenditore agroalimentare nella metamorfosi ecologica e digitale" è il titolo della 19esima edizione del Forum Cdo Agroalimentare, che dopo l'edizione in modalità online del 2021, torna in presenza, presso il Palace Hotel di Milano Marittima (Ra), mantenendo però anche la possibilità di seguire l'evento online.
Innovazione digitale, ambiente e sostenibilità sono i focus di questa edizione, organizzata grazie a uno sforzo organizzativo importante nonostante i numerosi paletti imposti dalla pandemia.

Si parte nel pomeriggio di venerdì 28 gennaio 2022, alle ore 14:00, con i saluti di Alessio Mammi, assessore all'Agricoltura della Regione Emilia Romagna. Successivamente a parlare saranno i dati dell'ormai immancabile Stefano Galli, partner di Nielsen, che si focalizzerà sui consumi pre e post pandemia. Dati poi commentati dal settore produttivo con Massimo Mancini, titolare del Pastificio Mancini, e Giancarlo Paola, direttore commerciale del Gruppo Unicomm (Selex).

A seguire il tema "Alimentazione e salute" con Matteo Pincella, nutrizionista dell'Inter e della Nazionale italiana di calcio, e Stefano Berni, direttore generale del Consorzio Tutela del Grano Padano. Nel cuore del venerdì pomeriggio si ritorna poi sul tradizionale tema del Green Deal e Farm to Fork, con Augusto Bianchini (Università di Bologna), l'eurodeputato Herbert Dorfmann, l'esperto di economia circolare Paolo Marcesini, e il vicepresidente di Emil Banca Gian Luca Galletti.

Strettamente connesso a questo tema vedrà poi susseguirsi la sessione relativa alla riduzione degli agrofarmaci e dei fertilizzanti in futuro, con Pierluigi Sassi, amministratore delegato di Timac Agro Italia, e con Mario Pezzotti, direttore del Centro Ricerca e Innovazione della Fondazione Edmund Mach.

La prima giornata si chiude con la sessione "sulla filiera integrata per la transizione ecologica e digitale", e a parlarne saranno Ettore Prandini, presidente nazionale di Coldiretti, e Cesare Trippella, head of Leaf Eu di Philip Morris Italia.

La mattina di sabato 29 gennaio 2022 si apre con la prima sessione dedicata al grande tema attuale del Pnrr, con Alessandro Malavolti, presidente di FederUnacoma, e Marino Berton, del coordinamento Free sulle fonti rinnovabili ed efficienza energetica. Rinnovabili e meccanizzazione sono infatti fra i settori al centro delle risorse dal Pnrr.

Si sbarca nel mondo digitale con Matteo Fiocco, il "Matt The Farmer" di Instagram, e Andrea Cagnolati, amministratore delegato di Grain Service, che affronterà il tema delle criptovalute. Nella successiva sezione "L'energia del futuro" si susseguiranno invece Luigi Crema, direttore Sustainable Energy della Fondazione Bruno Kessler, Piero Gattoni, presidente del Consorzio Italiano Biogas, e Marco Bernardi, presidente di Illumia Spa.

Molto attuale poi anche il tema al centro del dialogo fra Camillo Gardini, presidente di Cdo Agroalimentare, e Federico Vecchioni, amministratore delegato di Bonifiche Ferraresi, che si confronteranno sull'ormai crescente interesse di fondi esteri sulle imprese italiane dell'agrifood italiano.

Sarà poi la volta dell'economista Stefano Zamagni, professore emerito dell'Università di Bologna, a confronto con imprenditori del settore food sul come far crescere l'imprenditorialità e il valore dei propri prodotti. Gli altri partecipanti alla tavola rotonda sono Armando Tandoi, founder di Oyster Oasis, produttore di ostriche nel Foggiano, Davide Letizia del Caseificio San Salvatore (Caserta), Donato Fanelli di Viva Frutta Op e infine Massimo Ebelli, dg Agorà Network. Chiuderà il sabato mattina e il Forum Cdo Agroalimentare 2022 la sezione "Il lavoro e l'ideale" con Renzo Sartori, presidente di Number 1, e Mariella Carlotti, preside del Conservatorio San Niccolò di Prato.