Crisi ovicaprina, nuova mobilitazione il 14 settembre

A Cagliari si riuniranno gli allevatori in protesta davanti al Palazzo della regione. L'appoggio della Confeuro e dell'Aras Sicilia

Questo articolo è stato pubblicato oltre 9 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

pecore1.jpg

La Confeuro aderirà alla manifestazione promossa dal movimento dei pastori sardi il 14 settembre a Cagliari e che avrà come meta il Palazzo della regione. Attraverso la sua associazione aderente degli allevatori dell'ogliastra, presieduta da Alberto Appeddu, l'organizzazione sollecita ancora una volta l'attuazione immediata  di quelle misure in grado di far ripartire l'intero settore zootecnico sardo e senza il quale l'economia regionale subirebbe un effetto domino devastante.

Anche l'Arsa Sicilia in protesta coi pastori sardi

L'associazione siciliana allevatori (Aras) aderisce alla manifestazione di protesta dei pastori indetta per il 14 settembre. "La mancanza di trasparenza nella provenienza estera del latte, della carne e dei formaggi - sottolinea - crea confusione sul mercato, abbattendo ingiustamente il valore dell'ottima produzione siciliana, mantenendo un continuo imbroglio permesso dalla legge". 

"Sono mesi - spiega Alessandro Chiarelli commissario dell'Arsa - che noi allevatori chiediamo di essere ascoltati dalle autorità del settore. E' urgente mettere ordine, giustizia e legalità nella produzione della pastorizia e dell'allevamento in generale. Gli allevatori - aggiunge - chiedono che si ripristino le condizioni essenziali di dignità e produttività. Ecco perché si mobiliteranno domani dinanzi al Palazzo della regione".

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 207.667 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner