Puglia, in scena a Bari il 5° Congresso Aitel

Aula Magna della Facoltà di Agraria, 9 settembre 2016: focus sulle nuove tecnologie casearie e sulla valorizzazione dei prodotti sui mercati

Mimmo Pelagalli di Mimmo Pelagalli

Questo articolo è stato pubblicato oltre 3 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

latte-by-psdesign1-fotolia-750.jpeg

La 5° edizione del Congresso Aitel sarà dedicata a 'Latte e derivati: ricerca, innovazione e valorizzazione'
Fonte foto: © psdesign1 - Fotolia

Il 5° Congresso nazionale lattiero–caseario dell’Associazione italiana tecnici del latte (Aitel) si terrà a Bari il prossimo 9 settembre 2016 presso l'Aula Magna della Facoltà di Agraria dell'Università degli studi di Bari, in via Giorgio Amendola 165/A. Ed è la prima volta che l’assise si svolge in una località del Sud Italia.
 
L'appuntamento biennale dell'Aitel è stato organizzato dall’Istituto di scienze delle produzioni alimentari del Cnr (Ispa Cnr) di Bari e dal Dipartimento di Scienze del suolo, della pianta e degli alimenti (Disspa) dell’Università degli Studi di Bari.

Strategico il tema di questa edizione “Latte e derivati: ricerca, innovazione e valorizzazione", su cui si confronteranno imprenditori, tecnici, ricercatori, esperti, amministratori pubblici per indicare prospettive e risposte alle principali sfide che il settore lattiero-caseario deve affrontare nello scenario competitivo, alla luce dell'evoluzione di tecnologia, ricerca e innovazione, e delle spinte, spesso divergenti, che gli operatori ricevono da consumatori, mercati e politiche comunitarie.
 
Nel corso dell'incontro si farà il punto sulle problematiche e le innovazioni tecnologiche del comparto; in particolare, saranno affrontati gli aspetti riguardanti il miglioramento della produzione e qualità del latte e dei formaggi e l’implementazione di tecniche "omiche" nella valorizzazione, tracciabilità e sicurezza dei prodotti lattiero caseari.
 
La partecipazione al Congresso è  rivolta agli operatori del settore, imprenditori, tecnici, consulenti, esperti,  ricercatori, associazioni di categoria ed amministratori pubblici. La partecipazione è gratuita.

Scarica il programma dell'evento

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.732 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner