Ortiflor Group, macchine interrasassi per tutti gli usi

L'azienda propone macchine interrasassi innovative in piano e in baulatura da 1 a 6 metri di larghezza

Questo articolo è stato pubblicato oltre 11 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

Ortiflor-Group-macchina-interrasassi.jpg

Ortiflor Group, azienda di Curtarolo (Pd), progetta e costruisce macchine interrasassi innovative in piano e in baulatura da 1 metro fino a 6 metri di larghezza.

L'interrasassi Ortiflor-Stone serve a preparare un terreno che si presenta sassoso per trasformalo in uno spazio verde, mostrandosi particolarmente utile per la preparazione di campi da calcio, football, golf e ancora per giardini, parchi e vivai. In un solo passaggio questa macchina permette di interrare sassi e/o residui di vegetazione e zolle pesanti, e prepara il terreno formando una baulatura professionale sia per la semina che per il trapianto; inoltre, sempre con lo stesso passaggio sterilizza il terreno. Può lavorare in condizioni tra le più varie e nello stesso tempo esegue lavori delicati di grande precisione. Tutte la macchine di Ortiflor Group sono dotate di un sistema di sicurezza che ne salvaguarda le parti meccaniche: un limitatore di velocità automatico applicato al riduttore infatti garantisce un blocco immediato della macchina qualora dovesse trovarsi sotto un eccessivo sforzo.

Altri punti di forza delle delle macchine di Ortiflor Group sono il carter livellatore a schiena d'asino regolabile ed il rullo idraulico conico ambo i lati che consentono di effettuare una baulatura più compatta nei lati e più alta al centro in modo da evitare avvallamenti e cedimenti del terreno in caso di pioggia, ed ottenere un migliore drenaggio dell'acqua, nonchè un raccolto effettuato meccanicamente più florido ed omogeneo. Le macchine possono essere dotate di un rullo idraulico cilindrico per la lavorazione in baulatura, ad una o più baulature.

Un'altra novità che caratterizza le macchine Ortiflor Group è la doppia cremagliera regolabile che permette un miglior passaggio di terra fine anche in presenza di umidità.

Principio di funzionamento: un rotore contro-rotativo, sovradimensionato e con lame a disegno speciale, smuove e lavora il terreno fino ad una profondità di cm. 20-23. Il terreno è gettato contro un pettine che separa e trattiene i sassi che vengono interrati. L'affidabilità è data da ingranaggi maggiorati, materiali di prima scelta e denti della griglia di selezione in acciaio speciale e autoammortizzati.

Ortiflor Group propone Ortiflor-Stone nella versione che lavora su terreno piano e in quella che forma allo stesso tempo un'aiuola (altezza max 25-27 cm). A seconda delle esigenze, è possibile avere macchine personalizzate con una seminatrice, che può essere elettronica o meccanica:

• seminatrice elettronica: dotata di cisterna in acciaio inossidabile, con motorino elettrico e scatola comandi da applicare nella cabina del trattore che consente di regolare con la massima precisione l'accensione, lo spegnimento e la velocità della seminatrice.

• seminatrice meccanica: azionata da una catena collegata al rullo posteriore della macchina, che ne regola la velocità.

Si può anche richiedere l'installazione di un impianto idraulico per il rullo posteriore che consente non solo la rotazione del rullo in modo da ottenere una superficie perfettamente liscia e soffice, ma anche lo spostamento laterale del rullo stesso.

 

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 244.662 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner