Uova e pollame, l'Ue abolisce le gabbie di batteria

A partire dal 1° gennaio 2012 nuove forme d'allevamento per il benessere animale. Martedì 29 riunione in Commissione Agricoltura del Parlamento europeo

Questo articolo è stato pubblicato oltre 9 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

Pollo vivo_400.jpg

"La prossima, sarà una settimana strategica per le prospettive future del settore europeo del pollame e delle uova". Lo ha dichiarato in una nota il presidente della Commissione Agricoltura e sviluppo rurale del Parlamento europeo,  Paolo De Castro.

A partire dal 1° gennaio 2012, infatti, entreranno in vigore i termini stabiliti dalla Direttiva n° 74 del 1999 che stabilisce le norme minime per la protezione delle galline ovvero l’abolizione e il non utilizzo delle gabbie di batteria convenzionali quale sistema di allevamento per la produzione di uova.

Tale metodo di stabulazione sarà vietato a vantaggio di sistemi d’allevamento che garantiscono un maggiore benessere degli animali, e cioè la stabulazione a terra (i cosiddetti “sistemi alternativi”) e la stabulazione in gabbie  arricchite (dette anche“gabbie modificate”).
"Le ultime indagini di mercato – ha dichiarato De Castrohanno rivelato le difficoltà dei produttori a convertire questo tipo di allevamenti in sistemi più consoni ai principi del benessere Animale. Nel 2009, infatti, ancora il 71% delle galline era alloggiato in gabbie in batteria e solo il 29% è stato allevato con sistemi alternativi".

Ecco perché, in vista  dell’adeguamento dei produttori alla normativa Ue, facendo seguito ai risultati dello studio sullo stato attuale del mercato e prospettive future del settore del pollame e delle uova presentato in Commissione Agricoltura a fine agosto "abbiamo inserito all’ordine del giorno della riunione della commissione di martedì 29 settembre, uno scambio di vedute sulla situazione nel settore".

In rappresentanza della filiera europea, interverrà Mark Williams, segretario generale dell’European Egg Packers and Traders Association, l’associazione facente capo all’EUWEP, l'organo di rappresentanza dell'Unione europea per i condizionatori, i commercianti d'uova e i trasformatori di uova, pollame e selvaggina.
"Per rispondere alle sollecitazioni della filiera e dei colleghi Deputati, - ha concluso De Castro - la Commissione esecutiva sarà rappresentata sia dalla DG AGRI (Sig. Newman e Sig.ra Marrone) sia dalla DG SANCO (M.Gavinelli)".

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.517 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner