Fosforo sì, ma solo se assimilabile

Da Scam: Nutrigran Top S è un fertilizzante NP 10-20 per il frumento caratterizzato da una dotazione di fosforo altamente assimilabile

Info aziende
campo-grano-paesaggio-turismo-colline-by-marco-adobe-stock-750x501.jpeg

La qualità finale del grano si esalta già in pre-semina
Fonte foto: © Marco - Adobe Stock

Il fosforo è un elemento nutritivo fondamentale per la concimazione dei cereali autunno vernini dal momento che ne influenza positivamente sia la radicazione, sia lo sviluppo iniziale della pianta. È quindi poi estremamente importante nelle successive fasi di fioritura e di formazione delle cariossidi, oltre che nella traslocazione delle proteine.

La ridotta presenza nei terreni di fosforo, in forma assimilabile, determina quindi pesanti ripercussioni sia sulla produttività finale che sulla qualità dei raccolti.

Tale disponibilità dipende principalmente dal pH del terreno, dal momento che nei terreni acidi si formano complessi insolubili con gli idrossidi di ferro e alluminio, mentre nei terreni calcarei il fosforo si lega con il calcio e si insolubilizza sotto forma di fosfato tricalcico.

Questi fenomeni di insolubilizzazione vanno sotto il nome di "retrogradazione del fosforo". Di fatto si può quindi avere molto fosforo "totale" nel terreno, ma l'elemento non è disponibile per le piante in forma assimilabile, con tutte le conseguenze negative che ne conseguono. La riduzione degli apporti fosfatici o l'utilizzazione di forme poco disponibili per la pianta, come per esempio la fosforite, non fa altro che acuire situazioni carenziali dell'elemento, con ripercussioni negative sia sulla produttività finale sia sulla qualità dei raccolti.

Per ovviare a tale problema, Scam ha messo a punto Nutrigran Top S, una formulazione organo-minerale contenente fosforo. Il fosforo nei fertilizzanti organo-minerali Scam, interagendo con le sostanze umiche grazie al processo produttivo specifico, si presenta in forma di fosfoumato. Questo si caratterizza per il fatto di risultare protetto dalla retrodegradazione perché intimizzato con le sostanze umiche. Di conseguenza rimane disponibile per le piante favorendo la radicazione e la produttività finale della coltura.

Questa tipologia di "intimizzazione" permette al fosforo stesso di essere difficilmente soggetto all'azione di blocco da parte del calcio o dai metalli presenti nel terreno e quindi di raggiungere alti livelli di efficienza anche in terreni con pH non ottimali.

Inoltre, gli acidi umici utilizzati, naturalmente presenti in elevate quantità nella torba, esercitano uno stimolo alla radicazione ed alla crescita iniziale delle colture e favoriscono lo sviluppo dei microrganismi utili del suolo.

Le prove pluriennali con i principali centri di ricerca ha dimostrato che il fosfoumato targato Scam è particolarmente efficiente in quanto poco retrogradabile essendo intimizzato con le sostanze umiche. Risulta quindi ideale soprattutto in ambienti alcalini fornendo al contempo sostanze umiche alla pianta e favorendo la formazione dell'apparato radicale già dalle prime fasi rendendo la pianta meno soggetta a stress idrici e nutritivi.

Tali caratteristiche vincenti si esprimono in particolare in Nutrigran Top S, fertilizzante NP 10-20 caratterizzato da una dotazione di fosforo molto assimilabile e da una quantità di azoto adeguata per il superamento da parte dei cereali dei primi mesi di coltivazione.

Il prodotto si distribuisce in pre-semina alla dose di 200-300 kg/ha, eventualmente da interrare leggermente con l'ultima lavorazione di rifinitura del terreno. In tal modo viene anche esaltata l'efficienza del concime di Scam, in quanto l'azione sinergica della formulazione permette una cessione graduale degli elementi nutritivi, garantendo una maggiore assimilabilità e disponibilità nei momenti fenologici importanti per la coltura. Il tutto nel rispetto dei disciplinari regionali e dell'ambiente, evidenziato dalla Dichiarazione ambientale certificata (Epd).

Prove pluriennali su Grano evidenziavano come alti quantitativi di P2O5 apportati con concimi minerali (Dap) hanno fornito risultati produttivi inferiori alle tesi con Nutrigran Top S. Ciò è riconducibile alla ridotta disponibilità fosfatica per la pianta della forma minerale (solo il 15% delle UF apportate), rispetto a quella fosfoumata di Nutrigran Top S (35%) che consente di ridurre i dosaggi per ettaro.

I dati medi triennali delle prove Nutrigran Top S vs Dap su grano duro evidenziavano un aumento dell'8% delle spighe al metro quadro, nonché un +6.5 q.li/ha di granella, con proteine tutti gli anni regolarmente sopra al valore del 14%, soglia al di sopra della quale scattano i bonus economici nei contratti fatti da alcune industrie di pasta che premiano la qualità.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 206.639 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner