Cereali autunno vernini, partire con il piede giusto

La gamma prodotti EuroChem Agro arricchita con un nuovo NPK: Nitrophoska® 15+13+13 (+12,5)

Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

nitrophoska-eurochem-agro-15-13-13.jpeg
La campagna sperimentale su frumento che si è appena conclusa, ha confermato ancora una volta l’importanza di fornire una parte dell’azoto, il fosforo ed il potassio necessari nel periodo che precede la semina di grano duro e tenero.

Purtroppo, in parecchi areali del nostro paese è invece consuetudine non fornire alcun elemento nutritivo alla coltura. E’ un errore che andrebbe assolutamente evitato, soprattutto nel caso in cui il frumento succeda a se stesso per due annate consecutive. Il rischio per la coltura è infatti quello di trovarsi in un suolo estremamente “sfruttato” e quindi di non avere i nutrienti necessari per le prime fasi di sviluppo. La pianta, in queste condizioni, uscirà dal periodo freddo stressata dal punto di vista nutrizionale e quindi impreparata a sostenere le fasi fenologiche successive.

Il consiglio è quindi quello di fornire una parte dell’azoto, indicativamente un terzo del fabbisogno totale, il fosforo e, nei terreni carenti, anche il potassio alla preparazione del terreno.

La linea di fertilizzanti di EuroChem Agro si è da poco arricchita di un nuovo ternario decisamente equilibrato nel titolo.  Si tratta di Nitrophoska®15+13+13 (+12,5): un nuovo complesso minerale specificamente sviluppato per la concimazione di fondo delle colture estensive da pieno campo. Questo ternario garantisce una nutrizione omogenea, completa e bilanciata.

Nitrophoska® 15+13+13 (+12,5)
15% Azoto (N)
           5% Azoto (N) nitrico
         10% Azoto (N) ammoniacale
13% Fosforo (P2O5) di cui 10% solubile in H2O
13% Potassio (K2O) solubile in H2O
12,5% Zolfo (SO3) di cui 10% solubile in H2O

Nitrophoska® 15+13+13 (+12,5) si affianca ai classici prodotti da presemina della linea Entec®, i concimi con azoto stabilizzato dall’inibitore della nitrificazione 3,4 Dmpp, indicati nei casi in cui le problematiche di dilavamento dell’azoto siano particolarmente accentuate.

I dati sperimentali relativi alla passata stagione, particolarmente anomala dal punto di vista climatico, hanno infatti confermato, oltre alla necessità di concimare in presemina, anche la maggiore efficienza dell’azoto inibito dal 3,4 Dmpp, che è infatti riuscito a limitare le perdite dovute alle precipitazioni elevate.

Entec® 25+15 ed Entec® 13+10+20, sono infatti i due prodotti della linea Entec® che associano una parte di azoto nitrico prontamente disponibile ad una quota di azoto ammoniacale inibito dal 3,4 Dmpp che si renderà disponibile in maniera graduale e maggiormente compatibile con le esigenze della pianta.

EuroChem Agro: una gamma completa per soddisfare tutte le esigenze della pianta in qualunque situazione climatica.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 221.286 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner