Agroecologia circolare. Dal campo alla tavola

Coltivare biodiversità e innovazione. Il libro a cura di Angelo Gentili e Giorgio Zampetti (Edizioni Ambiente e Legambiente), grazie a contributi di esperti di settore, della ricerca e alle esperienze degli del territorio, racconta il percorso verso la transizione ecologica del sistema agroalimentare

agroecologia-circolare-copertina-libro-fonte-legambiente.jpg

Agroecologia circolare - Dal campo alla tavola. coltivare biodiversità e innovazione: il volume a cura di Angelo Gentili e Giorgio Zampetti (Edizioni Ambiente e Legambiente)

L'agricoltura ha una grande influenza sul nostro benessere e sugli ecosistemi e in Italia questo settore si sta trasformando radicalmente, con una rete di produttori che lavorano nell'ottica della sostenibilità per garantire prodotti tipici di qualità, simbolo del made in italy.

Grazie anche all'impulso delle strategie Farm to fork e Biodiversity 2030 della Commissione europea l'agroecologia è vista oggi come una delle realtà più promettenti per contrastare i cambiamenti climatici e per tutelare la biodiversità. E proprio di questo tratta il libro Agroecologia circolare - Dal campo alla tavola. Coltivare biodiversità e innovazione, a cura di Angelo Gentili e Giorgio Zampetti: con i contributi di docenti universitari, professionisti del settore e le testimonianze di 30 aziende innovative analizza con gli aspetti fondamentali di un settore agroalimentare rispettoso dell'ambiente e capace di produrre cibo sano ed equo.

Il volume, suddiviso in dieci capitoli si apre spiegando come l'agroecologia si inserisce nel Green deal europeo, per poi descrivere il ruolo dell'agricoltura nella lotta alla crisi climatica e quali siano le ricette dell'agroecologia per la sostenibilità delle filiere.

Per tutelare gli ecosistemi oltre all'economia circolare è necessaria l'innovazione tecnologica, come illustrato dai contributi del quarto capitolo.

Si parla inoltre di resilienza delle comunità e di come sia fondamentale fare rete per la cura dei territori e delle comunità, con esempi, tra gli altri, di agricoltura sociale, biodistretti e presidi territoriali.

Un capitolo è poi dedicato alla dieta mediterranea, patrimonio immateriale dell'umanità, di cui vengono narrate le radici e le virtù, oltre a essere considerata nell'aspetto 4.0 come modello di innovazione sociale e agritech che favorisce lo sviluppo ecologico.

Un cibo giusto è frutto di un lavoro improntato sull'etica e su valori, combattendo le agromafie e il caporalato. Nel libro viene analizzato l'impatto dei fenomeni criminali sul sistema agroalimentare italiano, e vengono inoltre riportati casi di questi fenomeni.

L'ottavo capitolo propone spunti su come riconciliare i sistemi agricoli con la natura, mentre quello successivo illustra l'importanza del ruolo delle api e degli insetti impollinatori per mantenere l'equilibrio degli ecosistemi, oltre alle politiche per tutelare questi insetti e quale funzione rivestano gli apicoltori nell'agroecologia.

Spazio infine agli ambasciatori del territorio, ovvero gli imprenditori agricoli, gli allevatori, gli apicoltori, gli artigiani che nel rispetto dell'ambiente sono custodi della tradizione, ma anche capaci di innovarsi per affrontare le sfide future. Nella sezione sono infatti raccontate le storie e le esperienze di piccole attività, medie imprese e grandi gruppi e cooperative che producono materie prime e prodotti trasformati di qualità all'insegna dell'etica e della legalità, contribuendo a creare una rete di buone pratiche.
 
Titolo: Agroecologia circolare - Dal campo alla tavola. Coltivare biodiversità e innovazione
Editore: Edizioni Ambiente
Pagine: 392
Prezzo: Euro 26,00
In libreria: 2021

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 264.254 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner