Fungicida. Biologico. Efficace

Prevenire e curare le malattie fungine è una sfida che accomuna tutti gli agricoltori: ecco come vincerla con una nuova soluzione a marchio Biolchim

Info aziende
t34-biocontrol-fonte-biolchim.png

T34 è consentito in agricoltura biologica

Patologie fungine: i danni

In agricoltura non è possibile raggiungere gli obiettivi di produzione e qualità con un apparato radicale malato e inefficiente. Quando la radice si ammala, la pianta viene privata della principale via di nutrimento e idratazione, determinando un immediato impoverimento delle caratteristiche organolettiche del raccolto e una maggior sensibilità alle condizioni ambientali sfavorevoli.

Ad un iniziale avvizzimento di alcune porzioni della pianta, seguirà inevitabilmente la morte dei tessuti, con gravi ripercussioni economiche per l'agricoltore.


Come prevenire e curare le malattie fungine

Per proteggere la radice dagli attacchi fungini, curarla e mantenerla efficiente, oggi c'è una nuova soluzione che coniuga affidabilità e sostenibilità. T34 Biocontrol® è il nuovo fungicida biologico a base diconidi del fungo Trichoderma asperellum, ceppo T34. Unico per efficacia e aggressività verso i patogeni, T34 è in grado di colonizzare velocemente la rizosfera, prevenire l'insediamento dei funghi nocivi e bloccarne lo sviluppo, promuovendo al contempo la crescita della pianta.
 
T34 Biocontrol

Composizione

Composizione


Scelto dai professionisti del settore

Il 9 luglio, a Vittoria (Rg), Biolchim ha organizzato un seminario tecnico specifico sulla tematica, a cui hanno preso parte alcuni tra i principali produttori e tecnici dell'orticoltura siciliana. 

Franco Vitali, responsabile tecnico Biolchim, ha presentato le caratteristiche e gli effetti di T34 Biocontrol®, catturando l'interesse di tutti i partecipanti. Ecco i vantaggi più apprezzati dagli agricoltori, che fanno di T34 la soluzione perfetta per la lotta sostenibile alle malattie fungine.
  • alta efficacia preventiva e curativa;
  • azione biostimolante;
  • elevata concentrazione (1x109di UFC per grammo) e basso dosaggio;
  • ammesso in agricoltura biologica;
  • zero residui e nessun tempo di carenza.

Seminario tecnico a Vittoria (Rg)


Meccanismo d'azione

Una volta insediato nel substrato, T34 Biocontrol® contrasta i patogeni con un duplice meccanismo d'azione. Esso inoltre interagisce con la pianta, promuovendone la crescita. 
  • azione preventiva: T34 sottrae i nutrienti necessari ai processi di crescita e diffusione dei patogeni (competizione) ed induce la pianta ad innalzare le proprie difese naturali (induzione di resistenza).
  • azione curativa: T34 sintetizza enzimi che degradano la parete cellulare dei funghi dannosi, vi penetra all'interno e assorbe sostanze nutritive (parassitismo); produce inoltre molecole tossiche che bloccano il metabolismo del patogeno e lo conducono alla morte (antibiosi).
  • effetto secondario di crescita: T34 aumenta la biodisponibilità di nutrienti e la stimolazione della crescita radicale.

Piante più sane 


Quando e come impiegarlo

T34 Biocontrol® è registrato per l'impiego contro Pythium aphanidermatum su solanacee (pomodoro, peperone, melanzana) e cucurbitacee (cetriolo, zucchino, zucca, melone, cocomero) e contro Fusarium oxysporum su garofano. Ecco come applicarlo.
Tabella impieghi
*miscelare 10 g di prodotto in 100 litri di acqua e bagnare 1 m3 di substrato.

Contatta l'ufficio agronomico Biolchim per definire la strategia migliore per il tuo impianto.