Armonici ed equilibrati

Ruter AA di Tradecorp è il biostimolante liquido a base di aminoacidi liberi e microelementi chelati fondamentali allo sviluppo delle colture, a partire dall’apparato radicale

Info aziende
tradecorp-ruter-aa-trapianto.jpg

Ruter AA di Tradecorp

Sono i mattoni costituenti delle proteine, ovvero le molecole universalmente presenti in ogni cellula vivente. Gli aminoacidi sono cioè fondamentali per lo sviluppo, il mantenimento e perfino il ripristino dei processi fisiologici degli organismi, in special modo di quelli legati alla crescita dei tessuti e all'accumulo delle sostanze di riserva.
 
Anche le colture agrarie vedono quindi la produttività legata alla disponibilità di tali molecole. Sebbene infatti molte di esse siano sintetizzabili direttamente dagli organismi, in particolari condizioni di stress la capacità biosintetica delle cellule risulta deficitaria rispetto alla domanda metabolica effettiva.
In tal caso, è necessario fornire equilibrate integrazioni di aminoacidi applicando alle piante appositi formulati specificamente progettati per favorire innanzitutto l’emissione di nuove radici e l’aumento della loro efficienza funzionale. Ciò produce in seguito tangibili benefici alla crescita vegetativa prima e alla fruttificazione poi.
 
Soprattutto nella gestione della fase di post trapianto è necessario ridurre il più possibile situazioni di stress delle giovani piantine per garantire al massimo la radicazione e predisporre al meglio lo sviluppo vegetativo. 
 
Fra le soluzioni utilizzabili a tali scopi si evidenzia Ruter AA di Tradecorp, biostimolante a base di aminoacidi e microelementi chelati, fondamentali anch'essi allo sviluppo delle colture, a partire proprio dall’apparato radicale. La formulazione particolarmente equilibrata, conferita da Tradecorp al prodotto, esalta da un lato la velocità e la completezza di penetrazione nei tessuti vegetali trattati, massimizzando dall'altro anche l'efficienza dei processi fisiologici delle piante coltivate.
 
A mettere letteralmente il turbo allo sviluppo e al consolidamento tissutale sono soprattutto aminoacidi quali argininaacido aspartico e metionina. Grazie ad essi l'apparato radicale può esprimere al meglio il proprio potenziale anabolico e funzionale, aumentando lo sviluppo dei tessuti soprattutto nelle fasi iniziali del ciclo vegetativo delle piante, ovvero quelle che danno i maggiori vantaggi competitivi alle colture nei confronti dell’ambiente esterno, in special modo quando queste si trasformino in forme di stress, idrico, da calore o da freddo.
 

Piante in serra trattate con Ruter AA di Tradecorp
Le colture trattate con Ruter AA di Tradecorp massimizzano la risposta agli stress da trapianto
 

Composizione armonica ed equilibrata

Ruter AA contiene aminoacidi liberi bilanciati per favorire lo sviluppo radicale, in ragione del 7%, congiuntamente a macroelementi come azoto, fosforo (P2O5) e potassio (K20). A questi si affiancano ferro, manganese, zinco e molibdeno solubili in acqua. Il primo chelato con EDDHA, mentre manganese e zinco presentano EDTA come agente chelante. Ruter AA offre inoltre un'elevata compatibilità con i principali agrofarmaci e fertilizzanti comunemente usati. Ciò ne permette e ne consiglia quindi l’impiego in concomitanza di altri trattamenti fitosanitari o nutrizionali.
 

Usi e applicazioni

Ruter AA si può applicare sia per via fogliare, sia tramite i comuni impianti di fertirrigazione. In quest’ultimo caso può apportare benefici a colture orticole e da frutto se somministrato 3-5 volte a partire dalla semina o dal trapianto, proseguendo fino alle prime fasi del raccolto. Su orticole le dosi consigliate sono di 5-8 litri per ettaro, mentre su colture frutticole e fragola le dosi sono rispettivamente di 6-10 e 6-8 litri per ettaro.

Quando si prediligano invece i trattamenti fogliari, le dosi sono in ragione di 200-250 ml/hl d’acqua su orticole, vite, melo, pero, kiwi, agrumi, olivo e nocciolo, mentre su colture erbacee a pieno campo Ruter AA si impiega in ragione di 1,5-2 litri per ettaro, anche in abbinamento ai diserbi al fine di contrastare eventuali condizione di stress.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 202.536 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner