Popillia Japonica, la Lombardia al fianco degli agricoltori

Sono 330mila euro quelli del bando messo a disposizione degli agricoltori danneggiati dai coleotteri. Le domande di indennizzo dovranno essere presentate entro il 30 novembre 2018

popillia-japonica-by-michael-pettigrew-fotolia-750.jpeg

Il bando sarà pubblicato sul sito dell'Ersaf 
Fonte foto: © Michael Pettigrew - Fotolia

Riapre il bando della Regione Lombardia per gli indennizzi a disposizione degli agricoltori danneggiati dall'applicazione di misure fitosanitarie per Anoplophora chinensis, Anoplophora glabrippennis, Aromia bungii, Popillia japonica ed Erwinia amylovora.

"Mettiamo a disposizione 330mila euro – ha affermato l'assessore all'Agricoltura Fabio Rolfi - Il bando sarà pubblicato sul sito dell'Ersaf e l'erogazione degli indennizzi avverrà fino a esaurimento delle risorse disponibili seguendo l'ordine di arrivo delle domande".

"Potenziare la sorveglianza fitosanitaria è una necessità per il futuro della nostra agricoltura. Per questo motivo servono maggior risorse per potenziare controlli e studiare soluzioni più efficaci di contrasto. La Regione Lombardia vuole essere concretamente al fianco degli agricoltori che subiscono danni alle coltivazioni" ha aggiunto Rolfi.

L'indennizzo previsto è calcolato considerando i seguenti parametri:
  • il più probabile valore di mercato delle piante oggetto delle misure fitosanitarie nel caso in cui queste vengono distrutte;
  • il più probabile valore di mercato delle produzioni vegetali per le quali è riscontrabile una perdita di produzione;
  • i costi colturali aggiuntivi sostenuti per dare esecuzione alle misure fitosanitarie imposte;
  • deprezzamento dei vegetali dovuto all'applicazione delle misure fitosanitarie obbligatorie;
  • l'indennizzo per i danni arrecati ai prati, anticipo dello sfalcio e rottura del cotico, per la lotta contro le larve di Popillia japonica è quantificato forfettariamente in 130 euro a ettaro.
Le domande di indennizzo dovranno essere presentate entro il 30 novembre 2018.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 221.547 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner