Buyer da tutto il mondo per Agrifood Club

Terza edizione della rassegna dell'agroalimentare di qualità, in contemporanea con Vinitaly e Sol - Verona, 8-12 aprile 2010

Questo articolo è stato pubblicato oltre 9 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

salumi-verona-prosciutti-salami-by-agrifood-club-verona.jpg

Fonte foto: Veronafiere

Gusto e affari, nel piatto di Agrifood Club. Pane, pasta, salumi, pesce, cioccolata, caffè, miele, dolci, formaggi, birre, salse, aceti, conserve, riso: il meglio della produzione agroalimentare italiana trova a Verona una vetrina internazionale dal punto di vista promozionale e la possibilità di veri contatti commerciale con buyer qualificati provenienti dall'estero e delegazioni di operatori appositamente invitate dall'organizzazione fieristica. 

Ma Agrifood Club è anche strumento per fare cultura del prodotto, al fine di tutelare l'immagine dell'Italia nel mondo, contro le contraffazioni che tanto mercato occupano a livello mondiale a scapito dell'export nazionale. L'agroalimentare è un patrimonio economico per il Paese, rappresentando il secondo settore produttivo con un fatturato di circa 120 miliardi di euro dei quali un sesto realizzato con l'export, ma con notevoli margini di miglioramento. 

Per questo molto articolate sono le attività proposte nei cinque giorni di manifestazione, con venti degustazioni nell'Agorà, un'area di 190 metri quadrati appositamente predisposta allo scopo dove le aziende dialogano con il pubblico di operatori affiancati da grandi chef. Degustazioni che si moltiplicano negli stand dei singoli espositori e delle collettive: dalla pasta di Gragnano  alle pizze appena sfornate, dal Prosciutto di Parma alla Mieloteca.

Esaltazione del gusto, dal Ristorante d'Autore, al Self Service d'Autore gestito dall'Associazione giovani ristoratori Europei (Jre): l'allestimento dell'area di questi ultimi è un trionfo di "micro orti" con pomodori, erbe, frutta e verdure che richiameranno l'accordo stretto tra l'associazione e l'Agia, Associazione giovani imprenditori agricoli della Cia.

In tutte le Cittadelle della Gastronomia vengono proposti piatti della tradizione culinaria italiana preparati da chef di fama internazionale, in abbinamento con i migliori vini delle aziende espositrici di Vinitaly; gli oli di Sol protagonisti invece al  ristorante Sol Goloso.

Torna anche il banco di assaggio del caffè, un'iniziativa organizzata da Veronafiere in collaborazione con il Centro Studi Assaggiatori e gode del patrocinio dell'Istituto Internazionale Assaggiatori Caffè e dell'Istituto Nazionale Espresso Italiano.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.949 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner