Camere climatiche: il potenziale per la sperimentazione

Implementare protocolli ed approcci dedicati a specifiche esigenze nell'ottica dello sviluppo di nuovi prodotti per l'agricoltura. Ecco l'intervista a Stefano Bergaglio, ceo di Anadiag

Contenuto promosso da Anadiag Italia
laboratorio-growth-chamber-camere-climatiche-intervista-stefano-bergaglio-aprile-2021-fonte-anadiag.jpg

Questo tipo di attrezzatura è molto importante per il settore agricolo, soprattutto per valutare nuovi biostimolanti e il miglioramento della resistenza delle colture

Anadiag Italia è stato il primo centro di saggio in Italia ad effettuare prove in condizioni controllate con una camera di crescita specificatamente progettata e realizzata per gli scopi sperimentali. Un importante lavoro di studio e progettazione che continua tutt'oggi con un costante aggiornamento tecnico con le più moderne dotazioni.

Ne parliamo in questa intervista a Stefano Bergaglio, ceo di Anadiag Italia. L'azienda sta attualmente progettando una seconda camera climatica volta ad ampliare l'offerta dei servizi in risposta alle crescenti esigenze di supporto nello sviluppo di nuovi prodotti come biostimolanti.

Quali sono i servizi realizzabili all'interno della camera climatica?
"La camera climatica serve per effettuare screening e prove d'efficacia su prodotti biostimolanti allo scopo di valutare l'efficacia contro gli stress abiotici (ad esempio: stress da siccità, salinità, caldo e gelo) e lo sviluppo dell'apparato radicale e della pianta stessa (foglie, fusto, vigore) in ottemperanza all'ultimo regolamento Ue 2019/1009.

Possono essere effettuate prove fungicide Gep in ambiente controllato e screening seguendo le specifiche linee guida Eppo per valutare l'efficacia contro diversi funghi presenti nel suolo, inoculati artificialmente (come Fusarium, Rhizoctonia, Pythium, Sclerotinia, Phytophtora, Microdochium).

Nella camera climatica è possibile effettuare test d'efficacia e selettività in Gep nel trattamento delle sementi (insetticidi, fungicidi, microrganismi, prodotti biologici e biostimolanti), test varietali per la valutazione della resistenza specifica a diverse patologie, test di germinabilità e prove sperimentali su infestanti per valutare l'efficacia e/o la resistenza degli erbicidi su diverse specie di infestanti".


Quali sono le caratteristiche tecniche della camera di climatica?
"Temperatura, intensità luminosa, umidità, fotoperiodo e termoperiodo sono adattabili ad ogni esigenza sperimentale. Il controllo delle condizioni climatiche è attivo 24 ore per garantire un perfetto controllo delle piante e delle condizioni di prova. E' possibile effettuare foto e video per seguire l'evoluzione delle piante, degli stress e delle malattie, visibili in tempo reale su pc, tablet e smartphone. Anche il sistema di irrigazione è automatico".

Quali sono le principali figure professionali che fanno uso di questi servizi?
"Le prove sperimentali che eseguiamo in camera climatica sono richieste in generale da aziende produttrici di fitofarmaci chimici e biologici, biostimolanti e fertilizzanti ed aziende sementiere".
 
Le camere climatiche di Anadiag
Stefano Bergaglio all'interno della camera climatica di Anadiag

Le prove in camere climatiche sono accompagnate anche da prove in pieno campo per valutare l'effetto distinto delle due situazioni?
"Dipende dalle esigenze sperimentali. L'obiettivo principale delle prove in camera climatica è di eseguire test ricreando le condizioni ottimali di coltivazione specifiche per ogni tipo di coltura o di riprodurre condizioni estreme e difficili alle quali si possono trovare le piante in campo, per testare prodotti contro gli stress abiotici. Inoltre, questa struttura permette di eseguire prove sperimentali affidabili anche oltre la stagionalità delle colture, riducendo i tempi di produzione dei dati sperimentali. Tanti test che sviluppiamo in camera climatica sono screening di prodotti per una prima valutazione che sulla base di questi primi risultati ottenuti vengono poi testati e valutati in campo".

Di quanto è stato agevolato ed è migliorato il vostro lavoro con l'utilizzo delle camere climatiche?
"Anadiag Italia, per sua visione aziendale e grazie all'ampio know-how europeo del gruppo di cui fa parte, è da sempre proiettata ad interpretare le future esigenze del mercato, adeguando i suoi sistemi di sperimentazione e le relative attrezzature anche quasi in modo pioneristico come è stato per la camera climatica.

L'utilizzo di questa struttura ci ha permesso di ampliare il nostro know-how. Così possiamo non essere più solo meri esecutori di prove in campo, ma grazie all'esperienza maturata ci permette di implementare protocolli ed approcci dedicati, ideati e creati da noi per specifiche esigenze e finalizzati ad un'ottimale sviluppo di nuovi prodotti per l'agricoltura. Inoltre, ci permette di fare sperimentazione per implementare e sviluppare nuove tecniche di coltivazione per le vertical farm sempre più di interesse per la coltivazione di vari ortaggi e microgreens.

Oggi questo tipo di attrezzatura è diventata molto importante per il nostro settore, soprattutto con la crescita dei prodotti biostimolanti, che necessitano valutazioni anche in situazioni climatiche non usuali, per valutare il miglioramento della resistenza delle colture. Dati sempre più necessari per garantire lo sviluppo dell'agricoltura a fronte dei mutamenti climatici, che causano con più frequenza situazioni climatiche atipiche e potenzialmente dannose, come ad esempio le gelate tardive riscontrate nelle ultime settimane".

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 260.330 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner