Trasporto animale, più attenzione al benessere

Insufficiente l'attenzione al comfort degli animali in viaggio. Il Parlamento europeo ha affidato ad una commissione d'inchiesta l'incarico di vigilare sul rispetto delle regole

Angelo Gamberini di Angelo Gamberini

camion-trasporto-animali-ag.jpg

Da Bruxelles un invito a controlli più severi sul rispetto del benessere degli animali trasportati
Fonte foto: Angelo Gamberini - AgroNotizie

Il tema del benessere degli animali durante il trasporto è da tempo al centro delle attenzioni del legislatore europeo.
Se ne parlava nelle direttive del 1964, poi nel Regolamento 1225 del 1997 e infine nel più recente Regolamento del 2005, che detta i requisiti dei mezzi adibiti al trasporto, i tempi da rispettare, le condizioni di benessere da assicurare agli animali trasportati.

Come anticipato da AgroNotizie, in questi ultimi anni gli spostamenti degli animali sono cresciuti in misura significativa, in particolare per suini e bovini.
Ma i controlli non sono aumentati e già nel 2012 il Parlamento europeo invitava la Commissione a un'applicazione efficace e uniforme della legislazione esistente in tutti gli Stati membri.
 

Presunte violazioni

Sono passati otto anni, ma tutte le raccomandazioni sono rimaste inascoltate e ora il Parlamento europeo ha deciso di usare la mano pesante, con l'istituzione di una Commissione d'inchiesta per indagare sulle presunte violazioni delle norme Ue sul benessere degli animali durante il trasporto.

Merita di essere evidenziato che questa iniziativa ha raccolto il voto favorevole di 605 europarlamentari, 53 contrari e 31 astensioni.
 

Gli obiettivi

Fra i compiti della nuova Commissione ci sarà quella di indagare sulla mancata applicazione delle disposizioni comunitarie in tema di spazio a disposizione degli animali, disponibilità di acqua e cibo, presenza di una adeguata lettiera, idoneo sistema di ventilazione.

A questi compiti si aggiunge la verifica di come gli Stati membri garantiscano il rispetto delle norme Ue sulla gestione degli animali trasportati, sui viaggi a lunga distanza, sulla prevenzione dei ritardi e sul trasporto di animali non idonei e di animali non svezzati.

Le stesse norme che valgono per il trasporto di animali vivi all'interno dell'Unione europea, valgono anche quando la destinazione degli animali è un Paese terzo e anche in questo caso la nuova Commissione avrà possibilità di intervento.


I componenti

Della Commissione di inchiesta faranno parte 30 eurodeputati, la cui nomina sarà definita entro breve tempo sulla base delle indicazioni dei gruppi politici e successivamente resi noti in “Plenaria”.
Dal momento della sua costituzione la Commissione avrà tempo 12 mesi per presentare i risultati della sua attività.

Vedremo se con questa iniziativa il trasporto animale potrà finalmente presentare situazioni più rispettose del benessere animale.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: leggi e decreti benessere animale trasporto e movimentazione

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 232.914 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner