Come scegliere il pneumatico giusto per le proprie attrezzature agricole? Meglio soluzioni radiali o convenzionali?

Come è facile immaginare, a questa domanda non vi è una risposta universalmente valida.

 

Infatti, la scelta del pneumatico giusto va ponderata attentamente, prendendo in considerazione diversi fattori: il tipo di operazione da eseguire, le condizioni del terreno, il carico e la tipologia di trasporto. Nel caso, ad esempio, di macchinari per la lavorazione del terreno, occorre prestare attenzione alla resistenza al rotolamento e all'impronta sul terreno. BKT offre prodotti per ogni specifica applicazione che garantiscono sempre la massima efficienza.

 

Radiale è meglio?

La scelta di operare con pneumatici radiali, rispetto a soluzioni convenzionali, porta una serie di benefici e può fare davvero la differenza. Per questo BKT ha sviluppato diversi prodotti per soddisfare le esigenze di ogni operatore del settore.

 

Grazie alla loro struttura, i pneumatici radiali offrono una minore resistenza al rotolamento, garantendo una minore e più uniforme usura del prodotto. Un esempio è il pneumatico AW 711 - progettato specificamente per le grandi attrezzature per la lavorazione del terreno e la semina - che assicura un lungo ciclo di vita del prodotto, grazie alla speciale mescola del battistrada. Vale la pena sottolineare come una minore resistenza si traduca poi in un maggior risparmio di carburante per l'agricoltore.

 

Il pneumatico AW 711 è disponibile in versione standard oppure tecnologia IF o VF 

Il pneumatico AW 711 è disponibile in versione standard oppure tecnologia IF o VF 

(Fonte foto: BKT)

 

La maggiore impronta a terra di questi pneumatici consente di distribuire meglio il peso dell'attrezzatura limitando la compattazione del suolo e aumentando la resa del raccolto. Inoltre, se dotati di tecnologie VF o IF sono in grado di trasportare carichi più pesanti con una pressione di gonfiaggio inferiore, raggiungendo ugualmente velocità elevate.

Ne sono esempi il pneumatico RIB 713, dotato di tecnologia IF, e SR 713, con tecnologia VF, che generano un'impronta più larga con distribuzione uniforme del peso. La categoria "D" consente velocità fino a 65 chilometri orari permettendo agli utilizzatori di ottimizzare i tempi di lavoro.

 

Le cinture in acciaio del RIB 713 garantiscono un'elevata resistenza alla perforazione

Le cinture in acciaio del RIB 713 garantiscono un'elevata resistenza alla perforazione

(Fonte foto: BKT)

 

Per chi cerca la resistenza

Ma anche i pneumatici convenzionali presentano delle caratteristiche irrinunciabili, ad esempio la resistenza all'usura e la capacità di assorbire gli urti laterali. BKT offre, quindi, anche in questo caso, un vasto assortimento di modelli adatti ai più diversi utilizzi.

 

Tra questi troviamo il modello I-1, pneumatico ad alta velocità pensato appositamente per il trasposto su campo e su strada. Il disegno del battistrada assicura un ciclo di vita prolungato, anche in condizioni avverse e con la presenza di stoppie nel campo. Mentre il RIB 774 (disponibile nei modelli A, B e C) è caratterizzato da elevate capacità di carico ed è pensato per le attrezzature, soprattutto rotopresse e big baler.

 

Infine, spiccano i pneumatici AW 708, particolarmente resistenti a tagli, lacerazioni e stoppie. Sono disponibili anche in versione "Special" con mescola ultra resistente, e in versione "Stubble resistant" per una resistenza alle stoppie ancora maggiore.

bkt-v-flexa-2021.jpg
La scelta del corretto pneumatico influisce notevolmente su prestazioni, costi e rese Fonte foto: BKT