Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
30 anni di Image Line
Una Mano per i Bambini

Psr Marche, prossimi finanziamenti per i borghi rurali

La regione ha messo a disposizione oltre 11 milioni per interventi di riqualificazione di borghi storici di pregio in aree interne. L'obiettivo principale è quello di evitare lo spopolamento delle zone collinari e montane

corinaldo-panorama-by-enrico90p-wikimedia-jpg.jpg

Una veduta di Corinaldo, in provincia di Ancona, già membro dell'associazione Borghi più belli di Italia
Fonte foto: Enrico90p - wikimedia

Le Marche puntano sullo sviluppo delle aree interne cercando di sostenere lo spopolamento dei piccoli insediamenti collinari e montani.

Un obiettivo che sta alla base anche di alcuni dei prossimi otto bandi messi in programma che prevedono anche aiuti a superficie per le zone montane e finanziamenti per l'utilizzo dei pascoli.

Ma il Psr prevede anche misure dirette a incentivare la vita nei piccoli borghi. A questo scopo la Giunta regionale ha approvato in questi giorni i criteri per un prossimo bando riservato ai comuni con meno di 5mila abitanti e alle borgate con meno di 700 residenti.

A disposizione ci sono 11,4 milioni di euro per interventi di riuso e riqualificazione dei centri storici e la realizzazione di piccoli impianti di teleriscaldamento da energia rinnovabile di pubblica utilità, anche se potranno essere realizzati solo interventi di piccola entità, fino a un massimo di 300mila euro.

Per beneficiare dei finanziamenti i centri abitati dovranno essere antichi e avere caratteristiche storico-architettoniche di pregio e ricadere nelle aree Leader, dove i progetti di sviluppo sono realizzati dai Gal e in quelle definite 'interne' dal Psr.

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner