Protesta pastori, Confeuro prende le distanze dalla linea di Coldiretti e Cia

Rocco Tiso: 'Abbandonare il Tavolo delle trattative rischia di compromettere una situazione già sufficientemente critica'

Questo articolo è stato pubblicato oltre 9 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

Confeuro-logo.jpg

La Confeuro prende le distanze dalla linea che Coldiretti e Cia stanno seguendo in Sardegna, dove le due sigle hanno abbandonato il Tavolo delle trattative con la Regione, accusando l'istituzione di bluffare a scapito dei pastori sardi, garantendo finanziamenti che, secondo Coldiretti e Cia, attingerebbero da fondi inesistenti.

"Abbandonare il Tavolo delle trattative - afferma il presidente Confeuro Rocco Tiso - non denota soltanto uno scarso rispetto delle istituzioni, ma rischia di compromettere una situazione già sufficientemente critica, per la risoluzione della quale si stavano facendo passi avanti. Poiché le trattative servono proprio a trovare soluzioni comuni - conclude il presidente nazionale Confeuro - non sono le istanze e le opinioni che in questa sede condanniamo, ma la scelta di una linea eccessivamente rigida e ottusa che rischia soltanto di peggiorare le cose".

Fonte: Confeuro

Tag: crisi ovini

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.792 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner