I trasversali hanno radunato il mondo agricolo a Forlì

Dialogo aperto al Palafiera della città romagnola tra i rappresentanti dell'agricoltura europea

Questo articolo è stato pubblicato oltre 9 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

campi agricoli.jpg

E’ andata oltre ogni aspettativa la serata organizzata al Palafiera di Forlì dal Gta - Gruppo trasversale agricoltori. Infatti, erano presenti circa 700 agricoltori che hanno potuto almeno per una sera vedere “tutto” il mondo agricolo riunito.

Erano presenti oltre che al presidente della Commissione all’Agricoltura del Parlamento europeo Paolo De Castro e all’on. Brandolini componente della Commissione Agricoltura alla Camera, tutti i rappresentanti del mondo agricolo a partire dal mondo cooperativo con Maurizio Gardini Fedagri-Confcooperative , Giovanni Luppi Legacoop, Federico Vecchioni presidente nazionale Confagricoltura e rappresentanti di Cia e Copagri.

Una serata nel segno della concretezza dove si è parlato dei veri problemi dell’agricoltura, con idee, proposte, ma soprattutto di unità e concentrazione dell’offerta, portare al dialogo tutta la cooperazione e il presidente di Confagricoltura Vecchioni che ha parlato anche a nome di Cia e Copagri è sembrato al Gta, un segnale positivo. Il Gta ha poi affermato: “Ora però vigileremo che le promesse fatte non cadano nel vuoto. Infine ribadiamo che per noi agricoltori l’agricoltura che conta, la vera agricoltura era presente nella sua totalità. Gli assenti hanno dimostrato ancora una volta che non interessano le sorti dell’agricoltura e delle aziende associate e di questo gli agricoltori se ne sono accorti. Apprezziamo la presenza di molti rappresentanti di Confagricoltura dal presidente nazionale, a quello regionale fino ad arrivare ai presidenti provinciali, molti rappresentanti anche dal mondo cooperativo, aperti al dialogo con gli agricoltori”.

“Per questo invitiamo gli agricoltori - ha concluso il Gta - a fare delle scelte, perché tocca anche a loro prendere delle decisioni e sostenere chi veramente fa o cerca di fare qualcosa di concreto per sostenere le aziende agricole”.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 202.609 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner