Bovimac, il futuro dell'agricoltura tra innovazione e sostenibilità

Alla Fiera Millenaria di Gonzaga (Mn) dal 17 al 19 gennaio 2020 torna l'appuntamento con la manifestazione che vede protagonisti l'allevamento bovino e la meccanizzazione agricola

fiera-millenaria-2019.jpg

Gonzaga (Mn), 17-19 gennaio 2020

Appuntamento alla Fiera Millenaria di Gonzaga (Mn) dal 17 al 19 gennaio 2020: è in calendario la manifestazione Bovimac, 27° Mostra provinciale bovina d'inverno e 24° Rassegna padana delle macchine e attrezzature per l'agricoltura e la zootecnia. Giunta alla ventisettesima edizione, Bovimac è la manifestazione fieristica di riferimento per l'allevamento bovino e il settore della meccanizzazione agricola nell'area padana, come confermano i numeri: 12.500 metri quadrati, 6 padiglioni, oltre 100 espositori e quasi 10mila visitatori attesi.

La rassegna metterà in mostra il meglio dei bovini da latte della provincia di Mantova, area di primaria importanza a livello nazionale per la quantità e la qualità della produzione lattiero casearia.

Il settore primario, sempre più moderno e meccanizzato, richiede all'agricoltore un costante aggiornamento multidisciplinare: dalle nuove tecnologie dell'agricoltura di precisione all'approfondimento dei cambiamenti normativi, dallo studio della genetica animale fino alle tematiche della sostenibilità ambientale in azienda.

Questi saranno i temi al centro dell'evento, realizzato in collaborazione con le associazioni agricole e con il patrocinio dell'assessorato all'Agricoltura di Regione Lombardia. L'assessore regionale Fabio Rolfi sarà in visita a Bovimac domenica mattina.
 

Il programma

Sempre più ricco e specializzato è il programma di Bovimac. Convegni, workshop e seminari si alterneranno durante le tre giornate su tutto ciò che è innovazione in agricoltura.

Si parlerà di macchinazione agricola, agricoltura di precisione, novità fiscali e normative, ecosostenibilità in agricoltura, nuova Pac, Legge di stabilità e riflessi sul settore primario. Tra gli appuntamenti più interessanti, da citare i convegni: "Mother regulation: novità su immatricolazione e circolazione delle macchine agricole" (17/1 ore 10), "Produzioni agro-zootecniche: dai piani foraggeri alla gestione dei reflui" (17/1 ore 10), "Tecniche di agricoltura di precisione" (17/1 ore 10), "Introduzione dei robot di mungitura nella produzione di formaggi a lunga stagionatura" (18/1 ore 10) con la partecipazione dei Consorzi Grana Padano e Parmigiano Reggiano, "Nuova Pac e novità fiscali nella Legge di stabilità 2020" (19/1 ore 10.30).

Nei padiglioni sarà possibile conoscere da vicino gli ultimi risultati dell'innovazione tecnologica in termini di macchinazione agricola, nella grande esposizione di veicoli per l'agricoltura, impianti di mungitura e per la gestione della stalla.

Torna, poi, la Mostra zootecnica d'inverno, realizzata con Aral. Protagonista la razza frisona, con i migliori capi da latte provenienti dal Nord Italia che si contenderanno il primo premio alla Mostra provinciale e alla Mostra interprovinciale (domenica mattina).

Inoltre, occasioni di formazione per gli studenti di agraria con la Scuola di giudizio legata alla mostra bovina. 
Bovimac è realizzato con la collaborazione degli organismi di settore Aral, Associazione regionale allevatori Lombardia, Acma-Confcommercio Associazione commercianti macchine agricole e Confai, Confederazione agromeccanici e agricoltori italiani.

Scopri i dettagli della 27° Bovimac

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 232.544 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner