È sempre tempo di investire sulla qualità

Visita all'azienda Locatelli Ermanno e Paolo di Soresina (Cr) per la seconda edizione della Dairy farm academy di Trouw Nutrition. Obiettivo: "toccare con mano" gli strumenti utilizzati da questa famiglia di appassionati allevatori per migliorare ulteriormente le prestazioni e la qualità del latte consegnato in caseificio

Allevatori Top di Allevatori Top

Info aziende
famiglia-locatelli-apr-2019-allevatori-top.jpg

La famiglia Locatelli, tre generazioni di allevatori operative in azienda. L'azienda munge duecento vacche ed è conferente di Latteria Soresina. Il latte viene ritirato due volte al giorno perché in ragione della sua qualità viene utilizzato come innesto per la produzione di Grana Padano

Il segreto dei grandi campioni dello sport? Credere in se stessi e nel proprio futuro senza mai perdere la voglia di migliorarsi. Ed è questo il punto di forza anche dell'azienda Locatelli Ermanno e Paolo, performante allevamento di vacche da latte "da Grana Padano" delle campagne intorno a Soresina (Cr).

Scarica la rivista Allevatori Top

Pur avendo infatti già raggiunto ottimi risultati sotto il profilo della produzione e della qualità del latte, un anno e mezzo fa la famiglia Locatelli si è voluta affidare alle amorevoli cure di Trouw Nutrition per compiere un ulteriore passo avanti sulla strada dell'eccellenza. E da quanto è stato reso noto in occasione della seconda edizione della Dairy farm academy, tenutasi alcune settimane fa proprio all'interno dell'azienda lombarda, l'obiettivo è stato raggiunto.
"Dalla metà del 2017 a oggi - ha infatti ricordato ai presenti Roberto Besani, l'alimentarista che segue attualmente l'azienda per conto di Trouw Nutrition - la media produttiva di stalla è aumentata di 1,7 chilogrammi di latte per vacca, con un minor costo razione rispetto al periodo precedente, e anche il tenore di caseina, che nel 2017 è costato all'azienda otto mesi di penalità, nel 2018 è migliorato nettamente, valendo il premio fissato dalla latteria per undici mesi su dodici".

Ovviamente nessuno ha la bacchetta magica, e certi risultati sono il frutto delle innovazioni tecniche volute dalla famiglia Locatelli ("un partner reattivo e recettivo" ha osservato Besani) e del metodo di lavoro Trouw Nutrition, basato sulla continua verifica di quanto ottenuto: "Questo cambiamento funziona? Non funziona? Guardiamoci dentro insieme. Così ci siamo mossi, passo dopo passo", ha sottolineato Besani.

L'alimentarista dell'azienda Locatelli, Roberto Besani, ha illustrato ai partecipanti i risultati del lavoro portato avanti in azienda
L'alimentarista dell'azienda Locatelli, Roberto Besani, ha illustrato ai partecipanti i risultati del lavoro portato avanti in azienda


Vitelle e manze

Nell'allevamento Locatelli i prodotti Trouw Nutrition sono oggi presenti in tutte le fasi del ciclo produttivo, a cominciare dai primi giorni di vita del vitello. Tanto il colostro quanto il latte ricostituito (Sprayfo Royal) sono infatti integrati con Farm-O-San Trycop, un prebiotico di nuova concezione, prodotto da uova di galline super-immunizzate.
L'effetto è noto: il vitello può difendersi più efficacemente dai patogeni responsabili delle diarree neonatali. Un altro interessante arricchimento riguarda il mangime starter offerto ai vitelli a partire da un mese di vita fino allo svezzamento (a ottanta giorni circa): qui viene infatti utilizzato un prebiotico naturale, a base di olii essenziali. Stesso provvedimento anche per le manze, protette dai coccidi ad opera della stessa integrazione, inserita nella formula di Trouwmix Dairy Heifer. In sintesi: adeguatamente nutrite ed efficacemente protette dai patogeni, le giovani frisone crescono senza problemi, le manze sono fecondabili già a tredici-quattordici mesi, e il primo parto avviene a ventitré-ventiquattro mesi, a garanzia di una buona carriera produttiva.

Bovini


Asciutta e lattazione

Ma nell'azienda Locatelli la "cura Trouw Nutrition" riguarda naturalmente anche i soggetti adulti. E non ci riferiamo soltanto ai capi in lattazione, alimentati a gruppo unico e con una razione (Tabella 1) nella quale trova spazio Trouwgreen GP 700 Blap, un prodotto che offre tutto il meglio del know how Trouw Nutrition: ecco la metionina rumino-protetta, ideale per innalzare il livello di caseina del latte, ma anche gli olii essenziali, i probiotici e le vitamine rumino-protette.

Tabella - La razione delle vacche in lattazione
(Clicca sull'immagine per ingrandirla)

Anche le bovine in transizione sono infatti oggetto di cure e investimenti: dopo la messa in asciutta scende in campo Trouw GP Dry, con magnesio, chelati di zinco e selenio, olii essenziali ed epatoprotettori. E se il preparto non prevede un vero e proprio steaming up, ma la stessa razione dell'asciutta a cui vengono aggiunti due chili/capo giorno dell'unifeed della lattazione, nel post-parto è il momento dei fieni lunghi di migliore qualità nonché di Farm-O-San Hepatoplus, con metionina e colina ruminoprotette ad alto dosaggio, e di Trouw Glicobeta, un prebiotico di nuova concezione per contrastare il bilancio energetico negativo. Le vacche ringraziano da par loro: rispetto al recente passato le patologie si sono rarefatte e l'intervallo parto concepimento si è accorciato.

Attraverso un percorso a tappe all'interno dei diversi reparti aziendali, gli ospiti della Dairy farm academy hanno potuto conoscere e analizzare le decisioni manageriali implementate dalla famiglia Locatelli
Attraverso un percorso a tappe all'interno dei diversi reparti aziendali, gli ospiti della Dairy farm academy hanno potuto conoscere e analizzare le decisioni manageriali implementate dalla famiglia Locatelli


Foraggi preservati

Infine ecco la ciliegina sulla torta che riguarda gli insilati di produzione aziendale: al momento dell'insilamento ma anche quotidianamente, sulla superficie che subito dopo il desilamento viene esposta all'aria, essi vengono sprayzzati con Selko TMR, una miscela di acidi organici. L'obiettivo è impedire a lieviti, muffe ed Enterobacteriacee di fermentare i nutrienti presenti nel foraggio al fine di conservare intatto il valore nutrizionale dell'alimento. Anche quando esso sarà già distribuito in trincea, incorporato nell'unifeed: grazie a Selko TMR l'insilato non si surriscalderà, e la miscelata sarà sempre appetibile e consumata in quantità. Non solo: sprayzzare giornalmente Selko TMR sulla trincea dopo il desilamento fa sì che gli strati superficiali della massa abbiano la stessa appetibilità del giorno prima. Investire conviene, con Trouw Nutrition.

Scarica la rivista Allevatori Top
 
a cura della redazione

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Allevatori Top

Autore:

Tag: allevamento latte azienda agricola bovini zootecnia

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 202.595 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner