Terremoto, attivato un presidio veterinario nelle Marche

Il centro nel comune di Muccia (Mc): gli allevatori potranno ricevere soccorso per gli animali in difficoltà e supporto tecnico per la gestione degli alimenti

Questo articolo è stato pubblicato oltre 3 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

allevamento-bovini-vacche-latte-fonte-barbara-righini-agronotizie.jpg

Sisma in centro Italia, i primi aiuti agli allevatori colpiti
Fonte foto: © Barbara Righini - AgroNotizie

Nell'ambito dell'emergenza terremoto, la regione Marche ha attivato il presidio area veterinaria e sicurezza alimentare per gestire le esigenze marchigiane legate al terremoto, nella frazione nel comune di Muccia, località La Maddalena, in provincia di Macerata.

Nel presidio opera personale tecnico, medico e medico veterinario dell’Asur (azienda sanitaria unica regionale Marche) e di altre istituzioni.

Il presidio garantisce il servizio di primo soccorso e di pronto soccorso agli animali in difficoltà, e il loro trasporto in sicurezza.

Riguardo alla sicurezza alimentare il presidio fornisce il supporto tecnico per le imprese che devono gestire gli alimenti, la verifica della conformità dei prodotti (trasformati, distribuiti e somministrati da imprese alimentari colpite dal sisma) e la corretta gestione dei sottoprodotti di origine animale.

Il presidio si occupa anche dei bisogni relativi alla tutela del benessere degli animali d’allevamento e allo smaltimento delle carcasse.

L'assessore regionale all'Agricoltura Anna Casini dichiara che in questa prima fase della gestione del nuovo terremoto, quello del 30 ottobre, le maggiori criticità si sono avute nella viabilità di accesso alle strutture agricole e zootecniche per i sopralluoghi, insieme allo smaltimento dei sottoprodotti di origine animale e alla verifica della potabilità delle acque. Molte sedi decentrate dell’Asur, deputate a questi controlli, sono infatti danneggiate o inaccessibili ed è stato necessario reimpostare da nuovo tutto il lavoro avviato dopo le scosse del 24 agosto.

"L’urgenza - precisa l'assessore - è quella di assicurare la fornitura di strutture temporanee di abitazione per gli allevatori e di ricovero per gli animali.
Ed è imminente l’apertura delle buste delle relative gare, curate dalle Regioni Lazio e Umbria anche per le Marche, in modo da garantire una prima risposta all’emergenza in corso".


Continua l'assessore Casini: “Il terremoto del 30 ottobre ha creato uno scenario particolare, che richiede un rafforzamento dei dispositivi esistenti, individuando una nuova strategia operativa. Va scongiurato il rischio della svendita degli animali da parte degli allevatori del territorio. Vanno intensificate, a questo proposito, le collaborazioni con i Nas e il Corpo Forestale dello Stato per avere un quadro puntuale delle maggiori criticità”.

Il presidio dell’area veterinaria e sicurezza alimentare è attivo dalle ore 8.30 alle ore 16.00, a Muccia (Mc) loc. La Maddalena.

Il personale del presidio è raggiungibile ai seguenti recapiti:
cellulare presidio: 3351209386
07376392 (chiamate filtrate da Camerino)
07336421 (chiamate filtrare da San Severino Marche)
e-mail: vesa.marche@sanita.marche.it

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 234.271 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner