Parmigiano Reggiano: alla scoperta delle sue qualità nutrizionali

A Milano da domani, 5 maggio, a sabato 7 una serie di incontri sulla nutrizione con pediatri, neonatologi, diabetologi e specialisti dell'alimentazione. Giovedì il formaggio Dop sarà protagonista di un'intera sessione di lavoro

Questo articolo è stato pubblicato oltre 4 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

parmigiano-reggiano-sulla-lavola-di-legno.jpg

Milano, 5-7 maggio 2016

L'alimentazione e le qualità nutrizionale dei cibi saranno al centro dei convegni scientifici e dei corsi di formazione che si terranno al Mico-Milano Congressi dal 5 al 7 maggio in occasione di Spazio nutrizione. Il Parmigiano Reggiano sarà uno dei protagonisti della serie di appuntamenti dedicati a cibo e prevenzione delle malattie, corretta assunzione di alimenti di base, regimi più adatti alle varie fasce d’età e alle donne, rapporto tra produzione agroalimentare e impatto ambientale, cui parteciperanno medici, nutrizionisti, dietisti, operatori del benessere, personal trainer e farmacisti.

Domani, giovedì 5 maggio un'intera sessione di lavoro sarà dedicata al formaggio Dop.
"Si tratta di un appuntamento - sottolinea il vicepresidente vicario del Consorzio del Parmigiano Reggiano, Adolfo Filippini - che assume una straordinaria importanza nell'ambito di un percorso di approfondimento sulle proprietà del Parmigiano Reggiano che il mondo della scienza e della medicina ha intrapreso da tempo, confermando non solo una relazione importante tra benessere fisico e virtù del Parmigiano Reggiano legate all'alta digeribilità, all'elevato contenuto di calcio e ai valori proteici, ma evidenziando altri elementi di grande interesse ai fini della prevenzione e della cura, come integratore, di patologie piuttosto frequenti sia nell'infanzia che nell'età adulta".

sotto la guida del professor Sergio Bernasconi (endocrinologo, direttore della Clinica pediatrica e del dipartimento dell’età evolutiva dell’Università di Parma), si parlerà del ruolo del Parmigiano Reggiano nella modulazione del macrobiota intestinale (professor Lorenzo Lughetti, docente di Pediatria generale e specialistica all'Università di Modena-Reggio Emilia), delle azioni sul sistema immunitario (professor Roberto Berni Canani, del Dipartimento di Pediatria dell'Università Federico II di Napoli), delle azioni sul metabolismo osseo (professoressa Maria Luisa Brandi, docente di Endocrinologia all'Università di Firenze), mentre della relazione tra Parmigiano Reggiano e territorio parleranno Federico Cioni (medico specialista in scienze dell'alimentazione, medicina interna e diabetologia) e Marco Nocetti, responsabile del Servizio tecnico del Consorzio di tutela.

L'incontro è accreditato Ecm per gli operatori sanitari.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 239.271 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner