Mercati: prezzi bassi e fermi per pesche e nettarine, stabile il frumento

21 luglio 2017. Prezzi e tendenze per ortofrutta e cereali dai mercati all'ingrosso e dalle borse merci

Questo articolo è stato pubblicato oltre 3 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

ortofrutta-cereali-mercati-duccio-caccioni-agronotizie-italia.jpg

Il mercato italiano del 21 luglio 2017

Ortofrutta

(Produzione e mercati all’ingrosso italiani, 21 luglio 2017)
I prezzi sono bassi e stabili per pesche e nettarine. Quotazioni in ulteriore leggera contrazione per le susine.
Ancora in riduzione i prezzi dei meloni, che alla produzione perdono fino a 15 cent al kg (i prezzi sia per retati sia per lisci sono fra 0,20 e 0,32 euro kg). In calo anche le angurie (-5 cent kg alla produzione).
Iniziata la raccolta delle pere estive Dr. Guyot e Santa Maria.
Alla produzione prezzi in lievissima riduzione per le cipolle.
Sui mercati si è notato un buon tono per i prodotti che hanno subito una riduzione della produzione per effetto del grande caldo: è il caso per esempio di zucchine e lattughe.
 

Cereali e foraggi

(Riunione Borsa Merci di Bologna, 20 luglio 2017)
Stabili i prezzi del frumento tenero e duro. Questa settimana rimangono stabili anche i frumenti di forza importati (Northern Spring , Canada Western Red Spring).
Lievissima (-1 euro ton) riduzione del prezzo del granoturco secco. Un paio di euro alla tonnellata in più per l’orzo.
Non si ferma il ribasso il farro che perde ulteriori 10 euro ton.
Sempre molto bene tutti i cruscami di grano tenero.
Leggero ribasso per la soia nazionale. Per il riso si è visto un certo ribasso (-10 euro ton) ma confinato alla sola varietà Baldo.

Fonte: Agronotizie

Autore: D C

Tag: ortofrutta prezzi mercati

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 234.747 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner