Tradecorp in visita alle colture specializzate

Clementino, uva da tavola certificata e pomodoro da industria al centro di un workshop e una visita guidata in Puglia

Questo articolo è stato pubblicato oltre 11 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

Tradecorp-Taraborrelli-foto.jpg

Luigi Taraborrelli, Amministratore Delegato di Tradecorp Italia

Presenza costante sul territorio e ascolto attento dei bisogni e delle aspettative dei clienti. Lungimiranza nel capire andamenti stagionale e di mercato. Ricerca continua per il miglioramento e l’innovazione dei prodotti speciali. Informazione tecnica nutrizionale calibrata ad ogni realtà territoriale ed ad ogni coltura. Rapporti stretti con la casa madre e con tutte le realtà europee ed extraeuropee, allo scopo di conoscere in tempo reale tutto ciò che accade nelle zone agricole. Studi approfonditi per le colture d’eccellenza.

Questa è Tradecorp Italia.

Dal 25 al 27 maggio lo staff del Marketing Internazionale della casa madre di Madrid e l'amministratore delegato Luigi Taraborrelli unitamente ai due Area managers, Vincenzo De Girolamo e Raffaele Berardi e con alcuni agenti della società si sono incontrati per confrontarsi, è il caso di dirlo, sul campo: anzi sui campi, pugliesi stavolta. Sono stati infatti organizzati un workshop ed una visita guidata alle aziende più importanti nella produzione di colture specializzate.

La sezione Global Development, di cui ricordiamo i nomi di Jaime Chao e Jose Nolasco (tra l’altro professore di orto-frutticoltura all’Università di Madrid), ha avuto con la delegazione di Tradecorp Italia un fitto scambio di informazioni, avendo modo di discutere e confrontare le linee tecniche e nutrizionali italiane con le altre realtà a loro conosciute.

 

Agrumi
La visita è iniziata dalle aree agrumicole della zona di Palagiano, nel tarantino; in particolare ci si è concentrati sul Clementino, coltura altamente specializzata nella zona e conosciuta sia in Italia che in tutta Europa per l’altissima qualità, favorita anche da un microclima ideale.

Tra le aziende visitate, Longo Nunziana di Palagiano: questa azienda all’avanguardia produce, trasforma e avvia il prodotto finito sui mercati, utilizzando le linee nutrizionali Tradecorp specifiche per la coltura, a cui appartengono prodotti come Ultraferro, Trafos K, Maxflow Zn-Mn, unitamente al Saltrad. Grazie all'esperienza Tradecorp, unita alla propria professionalità, l'azienda assicura una qualità costante e superiore, che fa del suo clementino il “Clementino per antonomasia”.

 

Uva da tavola certificata
La visita, proseguita nell’area del barese, si è poi focalizzata sulle produzioni di uva da tavola certificata, prodotto che nella zona raggiunge livelli di eccellenza.
Tra tutte sono da ricordare l’azienda Curci e l’azienda Fosi dei fratelli Altamura di Corato, Bari. Queste aziende, leader nella produzione, ottengono eccezionali risultati sia in qualità che in quantità grazie alla fedele applicazione delle linee nutrizionali Tradecorp per l’uva da tavola. In particolare i prodotti impiegati in applicazione fogliare e in fertirrigazione sono: Boramin Ca, Calitech, Phostrade Mg, Trafos K, Tradecorp Az Plus. Per dare un esempio, la varietà “Black Magic” sarà già pronta per la prima settimana di luglio, con un livello qualitativo e quantitativo sorprendente.

 

Pomodoro da industria
Nell’agro foggiano invece, caratterizzato dalla produzione del pomodoro da industria che si sviluppa su circa 25.000 ha, il tour si è fermato in diverse aziende, tra cui l’azienda Fiano Girolamo di Lucera, che produce e avvia direttamente al commercio non solo il pomodoro, ma anche altre colture tipiche della zona, come broccoli, cavoli, cocomeri senza seme. Tradecorp, per portare questi prodotti ai massimi livelli di produzione e qualità, propone nella sua costante informazione tecnica e nutrizionale le sue linee tecniche.

Per il pomodoro infatti la sua linea nutrizionale ha portato un livello qualitativo superiore. Dei prodotti proposti vanno ricordati Turboseed Zn, Humistar, Trafos K, Calitech, con integrazioni a livello fogliare mediante Phostrade Mg e Boramin Ca.

L'articolo continua sotto l'immagine

Lo scambio di informazioni tra il gruppo spagnolo e quello italiano, con la verifica sul campo dell’ottimo lavoro e degli ottimi risultati produttivi e di qualità che la visita in terra di Puglia ha dimostrato, permetterà un ulteriore sviluppo della ricerca della casa madre verso prodotti speciali che migliorino ancora di più le produzioni.
La Tradecorp si è distinta in questi anni per aver sempre proposto specialità nutrizionali che hanno apportato a tutti quelli che hanno utilizzato le sue raccomandazioni tecniche un considerevole aumento della redditività. Lo scambio continuo di informazioni sugli andamenti nelle varie realtà europee permette a Tradecorp Italia di anticipare e proporre le mosse giuste per avere i prodotti agricoli italiani sempre e comunque al top dell’eccellenza.

 

Per ulteriori informazioni:
Tradecorp Italia
Via della Corte, 2 - 40100 Calderara di Reno (BO)
Tel. 051 725261 - Fax 051 725261
www.tradecorp.com
lutaraborrelli@libero.it

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 238.859 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner