Verso lo sviluppo di una filiera agroenergetica tutta italiana

Firmato il decreto in applicazione del contratto quadro per le produzioni di biomasse agricole per produrre energia elettrica

Questo articolo è stato pubblicato oltre 9 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

biomasse-agricole.jpg

Firmato il decreto ministeriale in applicazione del contratto quadro per le produzioni di biomasse agricole destinate alla trasformazione in energia elettrica, attraverso impianti di potenza superiori a 1 mw. Per ora è stato  sottoscritto da Coldiretti, Consorzi Agrari d’Italia e il Gruppo industriale Maccaferri

Il provvedimento, per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili completamente Made in Italy, consentirà di ridurre la dipendenza energetica dall’estero, contenere l’impatto ambientale e climatico e garantire un’adeguata remunerazione dei prodotti agricoli italiani.

Si tratta di un primo passo verso lo sviluppo di una filiera agro energetica italiana, a forte coinvolgimento agricolo, che utilizzi solo ed esclusivamente biomassa di origine vegetale, proveniente da territori limitrofi agli impianti o in una logica di accordi di filiera italiana.

Tra gli obiettivi, la riduzione degli impatti ambientali e sociali, anche attraverso un rigido e trasparente monitoraggio delle comunità locali.

Il testo del provvedimento è disponibile sul sito del Mipaaf.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 188.826 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner