Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
30 anni di Image Line
Una Mano per i Bambini

Nokian Tyres: l'agricoltura 4.0 passa anche dai pneumatici

L'azienda sta ampliando la capacità produttiva del reparto R&D per essere pronta all'avvento delle macchine a guida autonoma, nelle quali anche gli pneumatici giocheranno un ruolo fondamentale

Info aziende
stabilimentonokiantyres.jpg

Nuovo centro R&D di Nokian Tyres
Fonte foto: Nokian Tyres

Il mercato dei pneumatici è in costante crescita e i mezzi agricoli e heavy duty sono sempre più grandi, produttivi e soprattutto tecnologici. Basti pensare alle nuove tecnologie di guida autonoma che non sono più semplicemente dei "concept".
In questo scenario, Nokian Tyres ha dato il via alla costruzione di un nuovo centro Ricerca&Sviluppo a Nokia, in Finlandia, che terminerà nel 2019.
Solo nel 2017, l'azienda scandinava ha investito circa 70 milioni di euro in ambito Ricerca&Sviluppo (R&D) e produzione, puntando ad una crescita nella capacità produttiva del 50 per cento

"Il nuovo centro R&D esteso su circa 3.500 metri quadrati permette un sostanziale incremento della capacità produttiva - ha affermato Kalle Kaivonen, manager di Nokian Heavy Tyres, divisione del gruppo finlandese. Si tratta dell'investimento più importante nello sviluppo di produzione di pneumatici pesanti di tutta la storia di Nokian Tyres".
Completata la prima fase, l'espansione dello stabilimento entra in una seconda fase che terminerà ad aprile 2019, mentre l'installazione delle strumentazioni inizierà durante la prossima estate.

"Il centro R&D sarà allestito con moderne strumentazioni - ha dichiarato Matti Kaunisto, development manager di Nokian Tyres. Potremo così triplicare il numero di pneumatici testati e provare diverse variabili per offrire ai nostri clienti OEM i più alti standard possibili".
"Inoltre, le nuove strumentazioni di prova del centro Ricerca&Sviluppo e la raccolta dati sempre più specifica permetteranno all'azienda di essere pronta per lo sviluppo di future soluzioni innovative, come quelle per muoversi in maniera sicura e prevedibile senza l'esperienza e la valutazione del conducente - prosegue Kaunisto. I trattori a guida autonoma lavoreranno tra noi in futuro e avranno bisogno di pneumatici in grado di connettersi e comunicare con essi, assicurando sempre il massimo grado di tenuta e trazione".

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner