John Deere rinnova le serie X300 e X500

La nuova linea Select del brand del cervo si candida come migliore mezzo per la cura dei prati anche con erba alta

Contenuto promosso da John Deere & Company, John Deere Italiana
Questo articolo è stato pubblicato oltre 4 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

john-deere-x590-750.jpg

Efficienza e affidabilità per la nuova serie Select
Fonte foto: John Deere

Disponibili sul mercato a partire dalla primavera 2016, i trattorini John Deere delle rinnovate serie X300 e X500 presentano diverse novità tra cui nuovi piatti, un display strumenti aggiornato e comandi più semplici.

La presenza del telaio heavy-duty saldato mediante sistema robotizzato, dei motori a consumo ridotto e della tecnologia di taglio ad alta precisione, fanno di queste macchine la scelta ideale per la cura del prato.

Trattorino X350R a scarico posteriore
Tra le principali novità del nuovo X350R, il piatto di taglio realizzato in acciaio stampato con contorni lisci a scarico posteriore da 107 centimetri, migliorie all'alberino di comando e maggiori durata e apporto aria.

Il sistema di taglio, proprio come sui modelli X155R, invia il prodotto al cesto raccoglitore per una maggiore efficienza in caso di erba alta. 
Un interruttore regolabile registra il livello di residui nel cesto e segnala con una spia e un allarme lo stato di riempimento.
È inoltre stato migliorato il raggio di sterzata, ridotto da 46 a 42 centimetri e aumentata l'altezza di taglio massima da 89 a 102 millimetri
 
 
 
Nuovi piatti Accel Deep
Disponibili con larghezza di taglio tra 107, 122 e 137 centimetri, i nuovi piatti Accel Deep migliorano la qualità di taglio, mentre il piatto profondo flat-top consente un flusso omogeneo dei residui attraverso l'ampia apertura di scarico.
La necessità di seconde passate è così ridotta al minimo anche in condizioni di taglio difficili e a velocità sostenute. 

I trattorini sono dotati di ruote gemellate e cinghie di trasmissione con tensionamento ridotto, in grado di diminuire i carichi su motore e cuscinetti.
Disponibile in opzione l'attrezzatura MulchControl per il cui utilizzo è sufficiente azionare una leva.
 
Comandi e display aggiornati
Aumentano la facilità d'uso le migliorie all'ergonomia dei comandi quali un nuovo interruttore per la presa di forza, la nuova posizione del comando per l'opzione attrezzatura in retromarcia e il miglioramento dei comandi cruise e bloccaggio del freno di stazionamento.

Le spie e gli indicatori del nuovo display, caratterizzato da design moderno in stile automotive, si accendono in sequenza all'avviamento. I messaggi di notifica importanti vengono mostrati direttamente all'operatore.
In opzione è disponibile la funzione "zona di taglio migliore", che consente l'utilizzo della macchina alla velocità sempre ottimale mantenendo al contempo un'ottima qualità di taglio.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 234.629 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner