Si parla di Isobus alla vigilia di Eima 2012

Previsto per il 6 novembre, un incontro per 'addetti ai lavori' promosso da FederUnacoma e Comacomp incentrato sull'impiego della tecnologia Isobus

Questo articolo è stato pubblicato oltre 6 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

bigcomponentistica.jpg

Convegno Federunacoma/Comacomp 'Tecnologie Isobus: un'opportunità straordinaria per lo sviluppo delle macchine agricole'
Fonte foto: Federunacoma

Il prossimo 6 novembre, alla vigilia dell'apertura dell'Eima 2012, sono previste due iniziative nell'ambito del Salone Eima Componenti riservate agli espositori e agli operatori invitati dagli stessi costruttori e dagli organizzatori della rassegna.
Una delle due iniziative è l'apertura straordinaria del salone dalle 13.00 alle 18.30 con ingresso dagli accessi Ovest Costituzione e Nord di BolognaFiere.
La seconda è un convegno promosso da FederUnacoma/Comacomp in collaborazione con club Meccatronica sul tema 'Tecnologie Isobus: un'opportunità straordinaria per lo sviluppo delle macchine agricole'.
L'obiettivo dell'incontro, ospitato presso la sala Armonia, padiglione 36, primo piano, ingresso Michelino di BolognaFiere con inizio previsto per le ore 9.30, è quello di aggiornare le industrie della meccanica agricola sugli sviluppi della tecnologia Isobus - sofisticato sistema elettronico che governa l'interfaccia tra la trattrice e le attrezzature e che trova importanti applicazioni su ogni tipologia di macchina - per il contributo che può dare all'efficienza e alla sicurezza dei cantieri meccanici.
Tale tecnologia, sta trovando ampia difusione in molti paesi e merita di trovare maggiore applicazione sui mezzi prodotti dalle industrie italiane che, proprio attraverso supporti di questo tipo, possono consolidare il proprio ruolo di primo piano nel panorama internazionale di settore.

E' richiesta conferma entro il prossimo 31 ottobre a: simona.rapastella@federunacoma.it o fabio.ricci@federunacoma.it.




Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 191.574 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner