Elogio alla cretineria dello smart locker

L'epoca Covid-19 accelera la affermazione di nuovi sistemi di distribuzione commerciale che rivoluzioneranno i consumi ma anche la produzione

Duccio Caccioni di Duccio Caccioni

webinar-e-learning-formazione-corso-internet-tecnologia-by-billion-photos-com-adobe-stock-750x518-1.jpeg

Gli smart locker sono dei cassetti (refrigerati) dove un dipendente di un'azienda potrà farsi recapitare, ordinato con apposita app, il pasto
Fonte foto: © BillionPhotos.com - Adobe Stock

Ieri mattina alla richiesta del decaffeinato il barista mi ha ribattuto: "Ok, è per il well-being". E vabbè.
Subito dopo il benzinaio, con inequivocabile s grassa bolognese, mi ha poi consigliato: "forse è meglio che compri un sciuv (Suv)".  
Arrivato in ufficio mi sono collegato ad un webinar dove si parlava di come gli smart locker rivoluzioneranno le nostra abitudini. A questo punto la mano mi è scesa, non a cercare la pistola, ma almeno la boccetta delle gocce per la pressione.

Quelle che gli "antichi" chiamavano "americanate" hanno invaso, inondato, travolto, subissato la nostra vita. E non ci fermiamo al (ridicolo) uso della lingua inglese, ma all'adozione di stili di vita che poi, inevitabilmente, diventano poderosi fenomeni di mercato. Trenta anni fa l’Italia, come gran parte dell’Occidente, adottò la forma commerciale dell’ipermercato. Mai forma commerciale è stata più devastante in termini economici, sociali, ambientali, di consumo di suolo. Mai nessuna forma commerciale è stata così dannosa per il settore primario, per l’agricoltore. Il potere contrattuale si concentrò in un lampo nelle mani dei soli distributori al dettaglio, riuniti in gruppi sempre più grandi, potenti, grifagni.
Oggi l’epoca degli ipermercati è finita (come finiscono tutte le mode), gli ipermercati negli Stati Uniti si demoliscono da almeno 10 anni - e sono rimpiazzati, spesso, da insediamenti che comprendono abitazioni, piazze, chiese,  piccoli negozi…. qualche cosa che assomiglia proprio tanto a un'urbanizzazione all’italiana.

Adesso anche il Covid-19 sta accelerando la nuova tendenza: la distribuzione a domicilio da grandi piattaforme. Qui si tocca l’apoteosi della cretineria: dal punto di vista ambientale (migliaia di veicoli inquinanti in viaggio nelle città), occupazionale (milioni di fattorini mal pagati), della pratica commerciale (giganti distributivi che controlleranno la domanda, l’offerta e il sistema logistico oltre che il web).

Nel webinar che sopra menzionavo ho imparato che gli smart locker sono dei cassetti (refrigerati) dove un dipendente di un'azienda potrà farsi recapitare, ordinato con apposita app, il pasto da consumare ovviamente in perfetta solitudine. Così si sostituisce la mensa, il barretto, la trattoria, la schiscetta con la mortadella. A me pare un'idea formidabilmente cretina: avrà ovviamente un successo straordinario.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: agroalimentare webinar

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 244.504 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner